Consigli fanta 2 giornata, La nostra squadra fatta con 250 crediti

Luis Muriel
Luis Muriel, scelto per la nostra squadra

Squadra nuova per la seconda giornata di serie A. Ancora una volta siamo qui pronti a costruire il nostro team settimanale basandoci sulle quote e sulle regole della Gazzetta. Quindi prenderemo 23 giocatori con 250 crediti. Ricordiamo che con questo metodo puntiamo a dare anche qualche indicazione di mercato e di formazione a chi la squadra ce l’ha già, sia essa costruita per il torneo della Rosea, per una lega privata o per un qualsiasi altro concorso a premi. Detto questo, iniziamo a costruire il nostro team. PORTIERI – Ancora una volta scegliamo dei portieri low cost per la nostra squadra: questa settimana, visto che ci sono molti scontri diretti in chiave salvezza, abbiamo pensato di puntare su tre estremi difensori che costano poco e potrebbero rendere parecchio. Ci riferiamo agli estremi difensori di Sassuolo, Sampdoria e Torino. Quindi con 12 crediti totali compriamo Rosati (Sassuolo, 8 crediti), Padelli (Torino, 3) e Da Costa (Sampdoria, 1). A basso costo ci sarebbe anche Kelava (Udinese, 4), ma il portiere croato continua a non convincere, regalando papere in serie. Meglio non fidarsi. Le partite dei nostri 3 portieri sono abbastanza abbordabili, (Atalanta-Torino, Bologna-Sampdoria e Sassuolo-Livorno). E’ vero che due di loro giocano fuori casa, ma noi crediamo che subiranno da 0 a 1 gol, quindi ci fidiamo di loro per la nostra squadra. DIFENSORI – Passiamo ora a ingaggiare i 7 difensori. Prendiamo Maicon ( Roma, 14 crediti), D’Ambrosio (Torino, 5), Del Grosso (Atalanta, 6), De Sciglio (Milan, 9), Felipe (Parma, 4), Natali (Bologna, 4) e Britos (Napoli, 4), per un totale di spesa di 46 crediti. Andiamo a spiegare le nostre scelte. Maicon sta ritrovando la gamba di un tempo e il ruolo di terzino sinistro del Verona (dove contro il Milan ha giocato Albertazzi) è il punto debole degli scaligeri. Logico pensare che il brasiliano possa affondare con facilità. Stesso discorso per De Sciglio che a destra si troverà contro uno tra Dessena e Perico del Cagliari, ovvero il ventre molle della difesa sarda. Del Grosso, invece andrà contro De Silvestri, giocatore che potrebbe metterlo in difficoltà, ma che, secondo noi, non ha ancora raggiunto il massimo della forma. Se ha sofferto Asamoah, che a sinistra non dà certo il meglio di sé, è logico pensare che il sampdoriano possa patire anche un terzino di spinta di ruolo. D’Ambrosio, invece si troverà a fronteggiare il terzino destro dell’Atalanta. Per quel ruolo Colantuono non ha ancora le idee chiare se è vero che, dopo aver impiegato Nica lì per tutta l’estate, domenica gli ha preferito Raimondi con esiti poco incoraggianti. Il torinista quindi può fare parecchio male alla squadra lombarda, in fase di spinta. Detto degli esterni, veniamo ai centrali: Britos si è guadagnato la fiducia di Benitez e pare essere diventato titolare a spese di Cannavaro. E’ vero che contro il Chievo i partenopei hanno sempre sofferto, ma l’uruguayano potrebbe riuscire ad annullare Thereau. Felipe invece, si è ben comportato alla prima di campionato. Ora dovrà vedersela con Muriel e Di Natale, ma se l’Udinese dovesse sprecare molte energie in Europa League, potrebbe avere il compito agevolato. Natali, invece contro la Sampdoria fronteggerà Gabbiadini. Sarà un bel duello, ma l’ex atalantino potrebbe sfruttare fisico ed esperienza per fermare un giocatore che conosce bene. CENTROCAMPISTI – Fatta la difesa, vediamo ora di costruire il centrocampo della nostra squadra. Per questa giornata scegliamo Hamsik (Napoli, 26 crediti), Castro (Catania, 11), Guarin (Inter, 14), Jorginho (Verona, 7), Vidal (Juventus, 19), Missiroli (Sassuolo, 8) e Radovanovic (Atalanta, 4), spendendo 89 crediti. Andiamo a spiegare i motivi che ci hanno spinto a prendere questi giocatori per la nostra squadra. Hamsik, ormai è il leader autentico del Napoli. Con Benitez gioca ancora più a ridosso della prima punta e può sfruttarne i movimenti per inserirsi con maggior frequenza in area di rigore. Questo significa che può arrivare a segnare anche 15 o più gol. Il Chievo è una squadra molto compatta e che si chiude bene dietro, ma i due centrali sono lenti e questo potrebbe favorire proprio lo slovacco che, sfruttando il movimento di Higuaìn, potrebbe irrompere da dietro per battere con maggior facilità a rete. Anche Guarin sta cambiando modo di giocare. Ora si inserisce con maggior frequenza e può sfruttare il suo tiro potente. Di fronte avrà Tachtsidis che non è un fulmine di guerra. Se il colombiano sfonda dalle parti del greco, può fare la differenza. C’è da dire però che l’Inter è ancora debole proprio nella zona centrale del campo. In attesa che Taider si inserisca negli schemi di Mazzarri, il tecnico utilizza Cambiasso come regista difensivo, ma il giocatore argentino non ha più il passo di un tempo. Per questo abbiamo puntato su Castro per la nostra squadra, uno che ha il cambio di passo giusto per mettere in crisi l’Inter. Discorso diverso, invece per Vidal. Qui abbiamo puntato sulla “fame” del cileno che non tradisce mai nei grandi appuntamenti. Per questo siamo convinti che, contro la Lazio, sfodererà una delle sue prestazioni di alto livello che hanno fatto la fortuna dei bianconeri. Jorginho, faro del Verona, ha impressionato contro il Milan e punta a ripetersi a Roma. Sarà una bella sfida per è uno dei giovani più interessanti del campionato. Occhio, perché è il rigorista della squadra. Infine Radovanovic: avrà di fronte Behrami. Lo svizzero è favorito nel duello, ma il clivense ha dalla sua il fatto di calciare le punizioni e avere un tiro potente da fuori. Se dovessimo puntare su qualcuno in grado di fare lo scherzetto ai partenopei, punteremmo su di lui. ATTACCANTI – Qui ci siamo voluti sbizzarrire e abbiamo scelto Muriel (Udinese, 23 crediti), Rossi (Fiorentina, 22 crediti), Cassano (Parma, 18 crediti), Sau (Cagliari, 23), Gabbiadini (Sampdoria 14) e Masucci (Sassuolo, 3) con una spesa totale di 103 crediti. Sarà un bel scegliere chi mettere in campo sabato! Se la settimana scorsa è stata quella dei centrocampisti, questa deve essere quella degli attaccanti. Per questo abbiamo scelto punte che possono fare male. Si va dalla velocità di Muriel contro la statica difesa parmense, alla classe di Cassano che sfida una squadra, quella friulana, stanca per l’impegno di Europa League. Abbiamo poi scelto il senso del gol e la grande voglia dell’ex Gabbiadini contro un Bologna ancora in fase di rodaggio. Sau è stato preso perché siamo certi che farà soffrire da pazzi la difesa del Milan. Infine, Rossi, si è appena sbloccato e punta al bis contro la difesa tutt’altro che impenetrabile del Genoa, mentre Masucci potrebbe approfittare degli errori della disastrata difesa Livorno disastrato. Questi, dunque sono i 23 giocatori della nostra squadra. Non resta che aspettare sabato, per vedere chi scenderà in campo.