Dodicesima giornata, altre partite, tabellini e pagelle

Daniele Conti, il migliore nelle nostre pagelle
Daniele Conti, il migliore nelle nostre pagelle

GENOA-VERONA: 2-0
Il Genoa ha la meglio sul Verona, grazie ad un gran primo tempo e ad una strenua resistenza nella ripresa. Gli uomini di Gasperini hanno dominato per 45 minuti, poi sono calati ed è venuto fuori un buon Verona che è stato sfortunato (palo di Toni e alcune parate importanti di Perin) nel non riuscire a trovare la via del gol. Con questa vittoria il Genoa sale a quota 17 punti, scavalcando la Lazio e piazzandosi al settimo posto. Il Verona, invece, rimane al quinto, ma, stasera, può venire superata dalla Fiorentina. Gli uomini di Mandorlini hanno sbagliato l’approccio alla gara e, nella ripresa, non sono riusciti a rimediare. La classifica rimane comunque ottima e la squadra continua a giocare bene: il futuro è roseo. LE RETI: Genoa in vantaggio al 29’, grazie a Portanova che segna di testa sugli sviluppi di un angolo battuto da Matuzalem. Al 35’ ancora un lancio telecomandato del brasiliano pesca Kucka che, sempre di testa, raddoppia.

TABELLINO E PAGELLE
GENOA: (3-4-3) – Perin 6.5; Antoni 6, Portanova 6.5, Manfredini 6; Vrsaljko 6, Matuzalem 7 IL MIGLIORE (61’ Lodi 6), Cofie 5, Antonelli 5 (51’ Marchese 5.5); Fetfatzidis 6.5, Gilardino 5.5, Kucka 6.5 (89’ Sampirisi SV). A DISPOSIZIONE: Bizzarri, De Maio, Centurion, Tozser, Biondini, Bertolacci, Stoian, Calaiò, Konatè. All. Gasperini 6.5
VERONA: (4-3-3) – Rafael 6; Cacciatore 5 (60’ Cacia 6), Gonzalez 5, Maietta 5.5, Agostini 5; Romulo 6.5 (IL MIGLIORE), Jorginho 5, Halfredsson 6 (29’ Donati 5.5); Iturbe 5 (71’ Martinho 6), Toni 6, Jankovic 5. A DISPOSIZIONE: Mihaylov, Albertazzi, Bianchetti, Moras, Marques, Sala, Donadel, Laner, Longo. All. Mandorlini 5.5
Reti: 29’ Portanova, 35’ Kucka
Ammoniti: Cofie (G), Gonzalez (V), Cacciatore (V)
————————————————————————————————–
ATALANTA-BOLOGNA: 2-1
L’Atalanta sfrutta due incertezze del solito, disastroso, Curci per battere il Bologna e volare in classifica. E’ stata una brutta partita decisa tra due squadre che hanno fatto pochissimo per vincere e decisa da episodi. La differenza tra Atalanta e Bologna è stato solo il fatto che la prima ha un portiere, il secondo, no. Curci ha tirato fuori il peggio del suo repertorio, regalando, di fatto, la vittoria agli uomini di Colantuono. L’unica nota positiva per i felsinei è il ritorno al gol di Rolando Bianchi. L’ex capitano del Torino ha segnato il primo gol con la maglia del Bologna, proprio alla squadra in cui è cresciuto. Per il rossoblù potrebbe essere stata la gara della svolta. LE RETI: Atalanta in vantaggio al 73’ grazie a Brivio. Il terzino lascia partire un tiro dalla distanza, Curci si butta come un sacco di patate e la palla va in rete. Il pareggio del Bologna arriva tre minuti dopo: cross di Diamanti, colpo di testa di Cristaldo, la palla sbatte sulla traversa, irrompe Bianchi che, sempre di testa, insacca. Al 94’ Livaja lascia partire un tiro centrale a mezz’aria senza pretese, Curci va senza convinzione, e il pallone gli passa tra le mani.

TABELLINO E PAGELLE
ATALANTA: (4-4-2) – Consigli 6; Scaloni 6, Stendardo 6, Canini 5.5, Brivio 6; Raimondi 6.5, Cigarini 6.5, Migliaccio 6 (66’ Baselli 6), Moralez 5 (85’ Brienza SV); Livaja 6.5 (IL MIGLIORE), De Luca 5 (57’ Marilungo 5). A DISPOSIZIONE: Sportiello, Polito, Caldara, Del Grosso, Kone, Cazzola, Pugliese, Gagliardini. All. Colantuono 6.
BOLOGNA: (3-5-1-1) – Curci 4; Garics 6, Sorensen 5, Antonsson 5; Crespo 5 (75’ Bianchi 6.5 IL MIGLIORE), Kone, Khrin 5.5, Laxalt 5 (63’Della Rocca 5), Morleo 6; Diamanti 6; Cristaldo 5 (83’ Christodoulopoulos SV). A DISPOSIZIONE: Agliardi, Malagoli, Ferrari, Radakovic, Maini, Masina, Yaisien, Moscardelli, Acquafresca. All. Pioli 6.
Reti: 73’ Brivio (A), 76’ Bianchi (B), 94’ LIvaja (A)
Ammoniti: Migliaccio (A), Baselli (A), Livaja (A), Antonsson (B), Diamanti (B)
————————————————————————————————–
CAGLIARI-TORINO: 2-1
Il Cagliari batte il Torino e interrompe la serie di tre sconfitte consecutive. A decidere l’incontro è il capitano dei sardi, Daniele Conti, che con due siluri su punizione, abbatte il muro granata e salva la panchina di Lopez. Vittoria meritata per i sardi che hanno avuto il merito di credere di più nei tre punti. Il Torino ha vivacchiato per troppo tempo, complice la giornata no di Cerci, non riuscendo mai a trovare lo spunto decisivo. Lo stesso gol di Immobile è stato un episodio isolato in mezzo al nulla. LE RETI: Al 43’ Conti calcia una punizione dal limite che beffa Padelli. Al 52’ El Kaddouri verticalizza per Immobile che, in area, batte Avramov con un diagonale. All’88’ altro siluro di Conti su punizione che timbra la sua doppietta.

TABELLINO
E PAGELLE
CAGLIARI: (4-3-1-2) – Avramov 6; Pisano 6 (75’ Cossu 6), Rossettini 6, Astori 6, Murru 6; Dessena 6, Conti 7.5 (IL MIGLIORE), Eiksson 5.5; Naingollan 6.5 (87’ Cabrera SV); Sau 5 (80’ Ibraimi SV), Ibarbo 5. A DISPOSIZIONE: Carboni, Ariaudo, Avelar, Del Fabbro, Nenè. All. Lopez 6.5.
TORINO: (4-3-3) – Padelli 6; Darmian 6, Bovo 6, Moretti 5.5, D’Ambrosio 6; Basha 5.5, Vives 5.5, Brighi 6 (90’ Meggiorini SV); Cerci 5, Immobile 6.5 (IL MIGLIORE), El Kaddouri 6 (67’ Bellomo 5). A DISPOSIZIONE: Berni, Gomis, Masiello, Glik, Gazzi. All. Ventura 5.5
Reti: 43’ e 88’ Conti (C), 52’ Immobile (J)
Ammoniti: Conti (C), Ibarbo (C), Pisano (C), Naingollan (C), El Kaddouri (T), Moretti (T), Bellomo (T), Vives (T)