Dodicesima giornata serie A, Parma-Lazio 1-1 tabellino e pagelle

Keita, il migliore della Lazio contro il Parma
Keita, il migliore della Lazio contro il Parma

La Lazio non va oltre il pareggio in casa del Parma. I biancocelesti, ancora convalescenti, hanno avuto le occasioni migliori, ma non sono riusciti a concretizzarle, come del resto, non sono riusciti a mantenere il vantaggio generato da una magia di Keita. La squadra di Petkovic ha manifestato i soliti limiti in fase difensiva e, soprattutto, continua ad avere uomini importanti che non rendono quanto dovrebbero, come Hernanes e Klose. Il Parma ha strappato un punto importante riuscendo a sopperire con carattere e fortuna agli sbagli di formazione di Donadoni (Rosi titolare per Biabiany) e ad una rosa che, in avanti, non ha un attaccante degno di questo nome. Il pari alla fine sta bene a tutti. LE RETI: Lazio in vantaggio al 50’: galoppata di Candreva verso l’area emiliana, , palla a Keita che supera Cassani e Mirante e deposita in rete. Il pari del Parma arriva al 63’ con Lucarelli che su angolo di Sansone, batte Marchetti di testa.

IL TABELLINO
PARMA-LAZIO: 1-1

PARMA: (3-5-2) – Mirante; Cassani, Lucarelli, Felipe; Rosi, Parolo, Marchionni, Obi (26’ Valdes), Gobbi; Palladino (45’ Sansone),  Cassano (81’ Amauri). A DISPOSIZIONE: Bajza, Coric, Mesbah, Benalouane, Paletta, Mendes, Munari, Acquah, Biabiany. All. Donadoni.
LAZIO: (4-3-3) – Marchetti; Pereirinha (86’ Cavanda), Novaretti, Cana, Radu; Onazi, Ledesma, Hernanes (70’ Biglia); Candreva, Klose, Keita. A DISPOSIZIONE: Berisha, Guerrieri, Konko, Elez, Vinicius, Anderson, Perea.
Reti: 50’ Keita (L), 63’ Lucarelli (P)
Ammoniti: Parolo (P), Felipe (P), Pereirinha (L), Klose (L)
Espulso: Rosi (P) all’86’

PAGELLE

PARMA
MIRANTE 6 – Il gol è un capolavoro di Keità. Sul resto è attento. VIGILE.
CASSANI 5 – Keità se lo beve in occasione del gol. TURLUPINATO.
LUCARELLI 7 – Tiene dietro e riporta a galla i suoi con il gol del pari. CAPITANO, MIO CAPITANO.
FELIPE 5 – Solite incertezze difensive. L’INSICUREZZA E’ IL SUO MESTIERE.
ROSI 4 – Preferito a Biabiany fa capire a Donadoni di aver toppato alla grande la scelta. ERRORE MADORNALE.
PAROLO 5.5 – Le magie sono finite e il terreno inizia farsi sempre più pesante. RITRASFORMAZIONE.
MARCHIONNI 5 – In difficoltà in mezzo al campo. CERCASI AIUTO.
OBI 6 – Si fa male prima della mezz’ora. Prima non aveva demeritato. KO MALEDETTO. (VALDES 6 – Prestazione sufficiente come non gli accadeva da tempo. A VOLTE RITORNANO.)
 GOBBI 6 – Sventa un go,l già fatto. SACRIFIO NON VANO.
PALLADINO 5 – Non riesce  mai a rendersi pericoloso. INCONCLUDENTE (SANSONE 7 – Dimostra di dover giocare titolare a scapito di Amauri e  Palladino. DONADONI, PRENDI APPUNTI.)
CASSANO 4.5 – Con una Lazio allo sbando non riesce a incidere. THE USELESS PLAYER (AMAURI SV)
ALL. DONADONI 5 – L’unica cosa che azzecca è lasciare fuori Amauri. Poi, da Rosi a Palladino, dimostra tutti i suoi limiti tecnico-tattici. Viene salvato dagli infortuni che lo obbligano a cambiare. RIPETIZIONI A COVERCIANO.

LAZIO
MARCHETTI 6 – Il Parma non si affaccia mai dalle sue parti. Il gol è un errore di Novaretti in marcatura. DIFESA BALLERINA.
PEREIRINHA 6 – Il suo lo fa, ma dovrebbe essere più intraprendente. POCO CORAGGIO. (CAVANDA SV)
NOVARETTI 5 – Si fa battere sul tempo da Lucarelli ed è 1-1.  STATUA DI CERA.
CANA 6 – Si batte con la solita veemenza. IL CAMPO, IL SUO HABITAT.
RADU 6 – Il solito: buona fase difensiva, nullo in quella propositiva. COME SEMPRE.
ONAZI 6.5 – Ormai perno della squadra, corre e si batte con la consueta grinta. SOLDATO NATO.
LEDESMA 6.5 – Dà ordine alla manovra biancoceleste. COORDINATORE.
HERNANES 5 – Ennesima gara grigia di una stagione nera. COLORI FOSCHI. (BIGLIA 6 – Ci mette impegno e dà una mano alla squadra. ALTRUISTA.)
CANDREVA 6.5 – Sempre in partita, si conferma il migliore della Lazio in questo avvio  di stagione. GIOCATORE FIDATO.
KLOSE 5 – Ancora una volta fuori dal gioco. CORPO ESTRANEO. (FLOCCARI SV)
KEITA 7 (IL MIGLIORE) – Se ne parla da tanto tempo come uno dei migliori giovani talenti europei e quello che fa vedere ne conferma le qualità. Gran gol e pericolo costante. FUTURO DA STELLA.
ALL. PETKOVIC 6 – Bravo a lanciare Keita, ma la squadra mostra ancora troppe pause. C’E’ DA LAVORARE.