Fantamercato Fiorentina, ecco Joaquìn, l’ala dal piede dolce

Joaquìn
Joaquìn, neoacquisto della Fiorentina

Joaquìn Sanchèz Rodriguez, neoacquisto della Fiorentina, è uno di quei calciatori capaci di far innamorare i tifosi. Dotato di un dribbling funambolico e di un destro vellutato, gioca da sempre come ala destra. La Fiorentina è la sua quarta squadra, la prima straniera, dopo Betis Siviglia, Valencia e Malaga. PRODOTTO DEL BETIS – Joaquìn, per le qualità che ha, avrebbe meritato una carriera diversa.

Molto spesso è stato bloccato da un carattere difficile che lo ha portato a litigare spesso con gli allenatori. Lo spagnolo ha vissuto i momenti migliori della carriera tra il 2002 e il 2005, , quando cioè il Betis lottava per l’Europa e lui era il leader riconosciuto di una squadra che, contava tra gli altri, Alfonso, Denilson e Ricardo Olivera. CRISI E RINASCITA – A Valencia, invece, ha vissuto anni difficili in cui è stato spesso messo in discussione, senza riuscire a esprimersi al meglio. Arrivato al Malaga nel 2011, quest’anno, sotto la guida di Pellegrini è rinato, tornando ad abbagliare con i suoi dribbling e i suoi assist. Grazie alle sue magie il Malaga è riuscito ad arrivare fino ai quarti di Champions, sfiorando, contro il Borussia Dortmund, l’accesso alle semifinali. Joaquìn, nella Fiorentina, va ad arricchire la colonia di giocatori reduci dalla Liga che già conta i tre ex del Villareal Gonzalo Rodriguez, Borja Valero e Giuseppe Rossi. RISERVA DI CUADRADO? Ora bisognerà vedere come verrà utilizzato da Montella. Per caratteristiche tecniche, infatti, Joaquìn sembra la riserva di Cuadrado. Montella, lo scorso anno ha utilizzato due moduli di riferimento: il 3-5-2 e il 4-3-3. Se insisterà su questi due moduli, è chiaro che gli spazi di Joaquìn saranno minimi. Lo spagnolo potrebbe essere usato solo in caso di indisponibilità di Cuadrado, o magari in Europa League per far rifiatare il colombiano. C’è però un’idea intrigante, non si sa quanto realizzabile che vede la Fiorentina schierata con il 3-4-3. In quel caso, con Aquilani e Borja Valero al centro, Pasqual agirebbe a sinistra e Cuadrado a destra, mentre Joaquìn, si piazzerebbe sulla linea degli attaccanti. Non crediamo che questo modulo sia realizzabile al momento, non solo per la grande mole di lavoro che si richiederebbe agli esterni di attacco e di centrocampo in fase di non possesso, ma anche per le difficoltà di Aquilani di giocare in una linea mediana a due. Il centrocampista viola, ha finalmente trovato la sua dimensione giocando da interno di centrocampo e sarebbe un peccato snaturarne le qualità. Vedremo cosa si inventerà Montella per sfruttarne le caratteristiche. INVESTIMENTO PESANTE – Certo è che la Fiorentina su di lui ha puntato forte. Il cartellino di Joaquìn è infatti costato 1,8 milioni di euro e allo spagnolo ha sottoscritto un contratto di tre anni a 1,5 milioni di euro. Per un giocatore che a luglio compirà 32 anni si tratta di cifre importanti. Senza alcun dubbio Joaquìn è in possesso delle qualità tecniche per imporsi in Italia, ma le qualità da sole non bastano. Occorre che il giocatore riesca a trovare una collocazione tattica precisa per imporsi. Fino a che Montella non lo avrà a disposizione, e non inizierà a lavorare con Joaquìn sul campo, non potremo sapere se lo spagnolo sarà uno dei protagonisti della prossima serie A, o solo un comprimario.

SCHEDA GIOCATORE
Nome: Joaquìn Sànchez Rodrìguez
Nazionalita: Spagnolo
Età: 31 anni
Ruolo: ala destra
Squadra: Fiorentina
Ultima stagione: Malaga, 34 presenze – 4 reti