Fantamercato Inter, Laxalt vuole sfatare la maledizione

Diego Laxalt
Laxalt, centrocampista uruguayano

Diego Laxalt vorrebbe interrompere la tradizione negativa degli uruguayani che hanno vestito la maglia nerazzurra. LA MALEDIZIONE DEGLI URUGUAYANI – Se infatti è notorio il feeling tra l’Inter e gli argentini, non altrettanto si può dire degli uruguayani. Basti pensare a Recoba, più croce che delizia nella sua avventura interista, fino ai recenti Forlan, Gargano e Alvaro Pereira. Per trovare un uruguayano che abbia fatto bene in nerazzurro bisogna pensare a Ruben Sosa, autore di 44 reti in 76 partite con l’Inter.

Con l’avvento di Moratti alla presidenza, però, il feeling tra gli uruguayani e la società nerazzurra si è interrotto. A Laxalt, quindi, spetta l’arduo compito di ritagliarsi un posto importante all’Inter contro tutto e tutti. Dalla sua parte ha la giovane età, vent’anni appena, e una sfrontatezza che in un ambiente come quello nerazzurro, può far comodo. CARATTERISTICHE TECNICHE – Centrocampista mancino, forte fisicamente ha rapidità di esecuzione ed è dotato di buona tecnica. E’ stato uno dei protagonisti del sudamericano under20 dove l’Uruguay è arrivato terzo. Suo uno dei gol che permise alla Celeste di battere 3-2 il Brasile nella competizione. DIFFICOLTA TATTICHE IN NERAZZURRO – Nel 3-4-1-2 di Mazzarri, Laxalt potrebbe essere schierato sul centrosinistra al fianco di Kovacic. E’ difficile però che il tecnico li schieri contemporaneamente e non solo per la giovane età dei due, che insieme, raggiungono i 38 anni. Vista la propensione offensiva di Kovacic, infatti, Mazzarri, per affiancare il talentino croato, vuole un giocatore di personalità e di grande forza fisica, che morda le caviglie degli avversari, recuperando più palloni possibili e facendo ripartire velocemente l’azione. Per questo il tecnico livornese ha detto a Branca di acquistare uno tra Naingollan, Behrami o Fernando. POSSIBILITA’ UDINESE – Più probabile quindi che Laxalt venga mandato in prestito o in comproprietà da qualche parte, magari all’Udinese, dove si troverebbe a meraviglia nel 3-5-1-1 di Guidolin. In bianconero, infatti, Laxalt potrebbe agire nel ruolo attualmente occupato da Pinzi, con Pereyra che tornerebbe a fase l’ala destra, o essere usato come regista puro. PAROLE DI STIMA PER MAZZARRI – Recentemente Laxalt ha detto di avere grande stima di Mazzarri tra i cui meriti c’è quello di “aver fatto diventare Cavani un campione.” Nonostante le belle parole verso il suo futuro tecnico dubitiamo che quest’ultimo darà fiducia a Laxalt. Non va dimenticato, infatti, che l’Inter il prossimo anno avrà solo il campionato da disputare e che, Mazzarri è solito giocare con una rosa ristretta di 16-18 titolari. In nerazzurro con Guarin e Kovacic titolari fissi, Cambiasso come riserva e con un altro centrale in arrivo, a Laxalt potrebbe toccare al massimo il ruolo di quinto centrocampista. Non va poi dimenticato che il ragazzo ha sulle spalle una sola stagione da protagonista, al Defensor, dove ha sommato appena 15 presenze, condite da una rete. Laxalt quindi dovrà pazientare parecchio se la sua idea sarà quella di rimanere in nerazzurro. Del resto le maledizioni sono difficili da scacciare.

SCHEDA GIOCATORE
Nome: Diego Sebastiàn Laxalt Suàrez
Nazionalità: Uruguayano
Età: 23 anni
Ruolo: Centrocampista centrale
Squadra: Inter
Ultima stagione:  Defensor, 15 presenze – 1 rete