Fantamercato Livorno, Bardi, il figliol prodigo torna ancora a casa

Francescoi Bardi
Francescoi Bardi, portiere del Livorno

Francesco Bardi torna ancora una volta a Livorno. Quella tra il portiere e la squadra della sua città pare essere una di quelle storie d’amore destinate a durare nel tempo, nonostante lontananze e incomprensioni. LA CARRIERA –  Bardi al Livorno ha mosso i primi passi, qui ha debuttato in serie A ( 16 maggio 2010, Parma-Livorno 4-1, prima e unica presenza in A) e in B (27 agosto 2011, Crotone-Livorno, 1-2). Il primo arrivederci alla maglia amaranto è datato gennaio 2011, allorchè l’Inter ne rileva la comproprietà e lo manda a giocare nella Primavera. Qui, Bardi convince e vince subito.  Nel 2011, infatti, l’Inter si aggiudica la coppa Carnevale e Bardi il titolo di miglior portiere del torneo. Nel luglio 2012 torna a Livorno, in prestito e conquista subito il posto da titolare.

Nell’estate del 2012, l’Inter ne rileva l’intero cartellino e lo manda a Novara, ancora in prestito. In Piemonte, conquista i playoff (eliminato in semifinale dall’Empoli) e ottiene il titolo di miglior portiere della cadetteria. L’ultima soddisfazione se la toglie quest’estate. Disputa infatti da titolare l’Europa Under21 in Israele, arrivando in finale, dove viene sconfitto dalla Spagna. LE DOTI – Il Livorno ha pressato molto l’Inter per poterlo riportare a casa e consegnargli le chiavi della porta. Bardi, quindi, tornerà a difendere la maglia della sua città, giocando da titolare. Un onore per lui, ma anche una grande responsabilità che cercherà di onorare al meglio. Bardi ha comunque dimostrato già di non subire la pressione nel difendere i colori amaranto.  Il livornese è un  portiere bravissimo nelle uscite basse e che sa comandare con autorità la difesa. Reattivo e sicuro, deve migliorare nelle uscite alte e con il pallone tra i piedi. Non c’è però alcun dubbio che,  abbia un grandissimo futuro davanti a sé e che sarà uno dei giocatori rivelazione del prossimo torneo. LE PERPLESSITA‘ – I dubbi, semmai, vengono dalla difesa che dovrebbe proteggerlo. Il Livorno è una squadra che ama giocare in attacco, secondo il credo del suo tecnico, Nicola, e, Bardi, potrebbe ritrovarsi a raccogliere parecchi palloni nella sua porta, un po’ come accaduto l’anno scorso col Novara. A volte, non basta un buon portiere per garantirsi un basso numero di gol subiti. L’Inter dello scorso anno è un esempio lampante a tal proposito. Occorrerà, quindi, che il Livorno potenzi parecchio il reparto difensivo, per dare a Bardi quelle garanzie di cui ogni portiere ha bisogno, e per far sì che, l’ennesimo ritorno del figliol prodigo, non si trasformi da sogno in incubo.

SCHEDA GIOCATORE
Nome: Francesco Bardi
Ruolo: Portiere
Squadra: Livorno
Ultima Stagione: Novara,37 presenze – 44 gol subiti