Fantamercato Roma, Jedvaj, un talento precoce nella capitale

Tin Jedvaj
Il difensore croato Tin Jedvaj

Tin Jedvaj, difensore centrale croato, è l’ennesimo baby colpo della Roma, targata Sabatini. Nono croato a sbarcare in Italia quest’anno, terzo ex della Dinamo Zagabria, dopo Kelava (Udinese) e Vrsaljko (Genoa), Jedvaj è il più giovane della nidiata: deve infatti ancora compiere 18 anni. INIZIO FOLGORANTE – Nonostante ciò, quest’anno ha già raccolto 13 presenze da titolare con un gol. Il suo esordio nel massimo campionato croato è datato il 10 febbraio 2013, contro l’Nk Osijek. La Dinamo Zagabria perse 2-1 quella gara, ma Jedvaj, schierato titolare al fianco di un vecchio mestierante come Josip Simunic, convinse tutti, conquistando così i galloni da titolare. Quest’estate sarebbe dovuto andare al Tottenham insieme ad Alen Halilovic, per un costo complessivo di 20 milioni, ma Sabatini, con un blitz a sorpresa, lo ha portato a Roma, per 5 milioni di euro. CARATTERISTICHE – Jedvaj è un difensore molto alto (1.88 cm) che, però, data la sua giovane età, deve ancora mettere su parecchia massa muscolare. Può giocare sia nella difesa a 4 che a 3. Sa impostare con tutti e due i piedi, ma deve ancora migliorare nella gestione della palla e nell’uno contro uno. Jedvaj però ha già mostrato una buona personalità e un’ autorità non comuni per un ragazzo di 17 anni. EREDE DI MARQUINHOS? – L’acquisto del giovane talento croato pare il preludio alla cessione di Marquinhos su cui sono piombati Barcellona e Paris Saint Germain. Jedvaj, quindi, pare destinato a prendere il posto del brasiliano nella retroguardia romanista insieme a Castan. Una volta partito Marquinhos, infatti, la Roma si ritroverebbe con 4 centrali: i già citati Jedvaj e Castan, più Romagnoli e Burdisso. Benatia, infatti, appena preso, potrebbe essere dirottato a destra, nel caso non si arrivasse a ingaggiare il terzino che Garcia chiede. Dato che Burdisso ha 35 anni e ha già fatto conoscere negli anni precedenti i suoi grossi limiti, accentuati ora dall’avanzare dell’età, è logico supporre che Jedvaj dovrà vedersela con Romagnoli per un posto da titolare. OCCHIO AL MERCATO – Non va però scartata l’ipotesi che Sabatini voglia reinvestire parte dei soldi ottenuti dalla cessione di Marquinhos in un terzino di spinta, permettendo così a Garcia di piazzare Benatia al centro della difesa. Affidare il posto da titolare ad un diciassettenne in un ambiente come quello giallorosso, potrebbe rivelarsi un boomerang. Nessuno dubita delle qualità del ragazzo croato ma è indubbio che, se i giallorossi dovessero iniziare male, i primi a saltare sarebbero proprio i giovani con il rischio concreto di disperdere un patrimonio importante. Jedvaj rischia infatti, di essere un facile bersaglio per la tifoseria giallorossa e di essere subissato di fischi alle prime difficoltà. Occorrerà quindi valutarne in ritiro non solo le doti tecniche, ma anche la forza mentale, prima di gettarlo nel mare giallorosso. Del resto, anche Marquinhos ha avuto bisogno di un periodo di apprendistato, prima di affermarsi nella Roma. Jedvaj ha le potenzialità per ripercorrere le orme del brasiliano, ma, bisognerà vedere quanto tempo l’ambiente romanista gli concederà.

SCHEDA GIOCATORE
Nome: Tin Jedvaj
Nazionalità: Croato
Età: 17 anni
Ruolo: Difensore centrale
Squadra: Roma
Ultima Stagione: Dinamo Zagabria, 13 presenze – 1 gol