Fantamercato Sampdoria, Salamon, l’attesa è finita

Bartosz Salamon
Bartosz Salamon, giocatore della Sampdoria

Bartosz Salamon, nuovo giocatore della Sampdoria, ha interrotto la sua crescita sei mesi fa. Il trasferimento al Milan nel gennaio scorso è stato più un danno che una svolta nella carriera del polacco. Allegri, infatti, non lo vedeva proprio, così Salamon è stato sei mesi in naftalina senza mai assaporare il campo. Il debutto in serie A, è stato rimandato quindi al prossimo campionato, che però il polacco affronterà con la maglia della Sampdoria, dato che il Milan lo ha ceduto in comproprietà nell’ambito dell’affare Poli. In blucerchiato Salamon avrà la possibilità di giocare con continuità. CARATTERISTICHE – Salamon è un centrocampista abile in fase di impostazione che può giocare sia come regista che come interno in una mediana a 3, ma, nella prima parte della scorsa stagione, Calori lo ha utilizzato in pianta stabile come difensore centrale per sfruttarne le doti di regista e lui ha risposto benissimo. QUALE RUOLO NELLA SAMPDORIA? – Ora starà a Rossi decidere se continuare a impiegarlo nel suo nuovo ruolo, o riportarlo nel cuore del centrocampo. In queste prime amichevoli, il tecnico ha posto Salamon al centro della difesa, mettendolo in concorrenza con Palombo. Di fatto, però alla Sampdoria, con la partenza di Poli, manca un interno in grado di difendere, impostare e inserirsi dalla retrovie per cercare la rete. Salamon, ha proprio queste caratteristiche e formerebbe con Krsticic e Obiang un bel trio di qualità e quantità. A spingere Salamon a centrocampo, è anche il modulo che la Sampdoria ha intenzione di usare. Rossi, data la difficoltà di reperire un terzino sinistro di qualità sul mercato, pare intenzionato a confermare il 3-5-2 utilizzato lo scorso anno, con Krsticic in regia. Proprio questo modulo pare l’ideale per esaltare le caratteristiche di Salamon. E’ a centrocampo, infatti, che il polacco ha fatto vedere le cose migliori. Per caratteristiche tecniche, Corioni a suo tempo lo accostò a Dunga. Salamon però è un giocatore più offensivo del brasiliano. Il suo senso della posizione lo rende però un ottimo rubapalloni, oltre a permettergli di essere pericoloso con i suoi inserimenti in fase offensiva. LA SUA CARRIERA – La sua scalata in Italia è cominciata nel 2010 nel Foggia di Zeman, dove ha collezionato 27 presenze e 2 reti. Il polacco però era in Italia già da tre anni. Sbarcò nel nostro Paese nel 2007, quando Maurizio Micheli, allora responsabile degli osservatori del Brescia lo portò nel settore giovanile delle Rondinelle. Micheli lo aveva notato l’anno prima nel corso di due amichevoli giocate da Salamon vicino a Oporto, con la nazionale Under 16 contro i pari età portoghesi. Il suo debutto in serie B arrivò nel maggio 2008, a 17 anni, ma, solo dopo l’anno passato in prestito a Foggia, Salamon fu ritenuto pronto per il Brescia, squadra di cui, per un anno e mezzo, è stato un punto fermo prima come interno di centrocampo, poi come difensore. Nazionale polacco, Salamon è un giocatore che in A può dire la sua. La Sampdoria sta costruendo una squadra giovane e piena di giocatori interessanti e lui può esserne un pilastro a patto che trovi la fiducia di cui ogni giocatore ha bisogno.

SCHEDA GIOCATORE
Nome: Bartolosz Salamon
Nazionalità: Polacco
Età: 21 anni
Ruolo: Regista/Difensore centrale
Ultima Stagione: Brescia, 21 presenze – 3 gol