Fantamercato Torino, Arriva Maksimovic, l’erede di Vidic

Nikola Maksimovic
Nikola Maksimovic, difensore del Torino

Nikola Maksimovic è uno dei colpi più interessanti i di questo mercato. Lo ha piazzato il Torino che, con l’ingaggio del difensore serbo ha trovato il sostituto ideale di Ogbonna. Maksimovic, infatti, in patria viene da tutti considerato l’erede di Vidic e lo stesso ct della Serbia, Sinisa Mihajlovic, ha grande stima per lui. CARRIERA – Makisimovic inizia la sua carriera nelle giovanili del Kosmos, poi, nel 2004, passa allo Sloboda e qui inizia a farsi notare. Il 16 luglio 2009, debutta in prima squadra contro il Kaunas, a 17 anni. Con la maglia biancorossa disputa tre stagioni e mezzo con 50 partite (32 delle quali in Super Liga, la nostra serie A) segnando 3 gol. Nel gennaio 2012, la Stella Rossa piomba sul giocatore e lo acquista per 300.000 euro. Con i rossoneri Maksimovic si impone subito , disputando 25 partite in 2 anni, 23 delle quali da titolare. Mihajlovic, come detto, lo nota subito, così, il 31 maggio 2012 lo convoca in nazionale per due amichevoli contro Francia e Svezia. Maksimovic gioca da titolare entrambi i match e se la cava subito egregiamente. Al momento il serbo vanta 4 presenze nella nazionale maggiore, 3 delle quali da titolare. Il Torino ha quindi acquistato una dei giocatori più promettenti del calcio serbo che, a 22 anni, vanta già una buona esperienza. Tra campionato, Coppa Nazionale ed Europa League, infatti, Maksimovic vanta già 102 presenze: tutt’altro che uno sbarbatello, quindi. CARATTERISTICHE – Maksimovic è un difensore centrale che, in alcune occasioni può anche essere schierato come regista davanti alla difesa. E’ dotato di buona tecnica ed è insuperabile sui palloni di testa, essendo alto 1.92 cm. Inutile dire che la sua statura lo rende pericolosissimo anche sui calci da fermo. Giocatore non velocissimo, gioca quasi sempre d’anticipo, cosa che gli riesce con una certa facilità, avendo una buona lettura del gioco. Bravissimo nella marcaturas stretta, raramente si deconcentra, perché, nonostante la giovane età, ha una maturità non comune. Il suo nome è stato accostato nell’ultimo anno a big del calibro di Juventus, Milan e Manchester City, ma Petrachi è stato bravissimo nel portarlo in granata. Maksimovic può giocare indifferentemente centrale nella difesa a tre o a quattro. Non avrà quindi alcuna difficoltà nell’adattarsi agli schemi di Ventura. POSSIBILITA’ D’IMPIEGO – Dando Glik per inamovibile, quindi, il giovane serbo dovrà vedersela con Bovo, ormai in fase calante e Rodriguez. Negli ultimi due anni Bovo ha giocato appena 21 partite (17 delle quali da titolare), per un totale di 1501 minuti su 6840 (recuperi esclusi). Rodriguez, invece, gode della stima di Ventura e si è ben comportato lo scorso anno, quando è stato chiamato a sostituire Ogbonna ed è quindi, certamente un avversario più credibile per un posto da titolare. L’uruguayano però, essendo mancino, può giocare anche sul centrosinistra, al posto di Moretti. E’ possibile, quindi che il terzetto difensivo titolare sia Glik-Maksimovic-Rodriguez con Bovo e Moretti come alternative. Il serbo ha qualità ed esperienza per imporsi da subito. Il Torino ci crede e ci ha puntato forte e Ventura non è tipo da farsi impensierire dalla carta d’identità, come sanno bene Bonucci e Ranocchia: se uno è bavo, gioca. Per questo siamo convinti che Maksimovic si rivelerà una delle sorprese del prossimo campionato di serie A.

SCHEDA GIOCATORE
Nome: Nikola Maksimovic
Nazionalità: Serbo
Età: 21 anni
Ruolo: Difensore centrale
Squadra: Torino
Ultima Stagione: Stella Rossa, 13 presenze – 1 gol