Fantamercato Verona, Il ritorno di Sala, l’ènfant prodige

Jacopo Sala
Jacopo Sala, ala destra del Verona

Jacopo Sala, torna in Italia, più precisamente al Verona, dopo aver incantato in Inghilterra e Germania. Il ventunenne talento bergamasco, infatti, a 15 anni si trasferì al Chelsea che pagò 350.000 euro all’Atalanta di indennizzo per assicurarsi la promettentissima ala destra. IN INGHILTERRA E GERMANIA – Con le giovanili dei blues, Sala diede spettacolo vincendo anche la FA Youth Cup nel 2010 e collezionando 43 presenze e 11 reti nel biennio 2008-2010.. Alcuni problemi fisici, però non gli permisero di debuttare in Premier. Nel 2011, l’Amburgo andò a Londra per portare in Germania il ragazzino e Sala fece nuovamente le valige. L’allenatore dei tedeschi, Fink, non ci mise molto a intuire le qualità del ragazzo e lo fece debuttare il 22 gennaio 2012 nella gara persa 5-1 contro il Borussia Dortmund. Da quel momento in poi, Sala conquistò sempre più spazio. Già nella giornata successiva fu schierato titolare. Tempo altri sette giorni e arrivò la sua consacrazione. Il 4 febbraio 2012, infatti, l talentino italiano, con un destro di controbalzo segnò al Bayern Monaco, portando in vantaggio i suoi. Il Bayern riuscì a riacciuffare il pareggio, ma una stella era ormai nata. Sala è quindi un predestinato. CARATTERISTICHE – Sulle qualità del ragazzo nessuno discute: veloce, tecnico, abile nel dribbling e con un bel tiro, è uno dei migliori prodotti del calcio giovanile italiano. Il Verona ha fatto un gran bel colpo. Sala può facilmente entrare in pianta stabile nella formazione titolare, agendo come attaccante esterno nel 4-3-3, o da ala nel 4-4-1-1. TROPPI PROBLEMI FISICI – L’unico dubbio che si potrebbe nutrire sul ragazzo è sulla sua tenuta fisica. Sala, infatti, è sovente soggetto a infortuni che, nel corso della carriera, ne hanno rallentato la crescita. Al ragazzo serve quindi un programma mirato che renda i suoi muscoli più resistenti sotto sforzo. IL SUO RUOLO NEL VERONA – Non c’è alcun dubbio sul fatto che, se starà bene fisicamente, Sala giocherà titolare. Rispetto a molti suoi compagni, infatti, ha molta più esperienza e una tecnica superiore. In rosa entrerà in concorrenza con Juanito di cui ci siamo occupati ieri. Rispetto all’argentino, Sala è meno attaccante, ma molto più continuo sia nell’arco della partita che della stagione e proprio questa sua maggior continuità dovrebbe convincere Mandorlini a inserirlo nell’undici base. Sala, inoltre, può agire da punto si raccordo tra centrocampo e attacco, trasformando velocemente il 4-3-3 in un 4-4-2 (o 4-5-1 nel caso in cui a sinistra agisca Jankovic). Il bergamasco può essere senza alcun dubbio una delle sorprese del prossimo torneo. A differenza di molti suoi coetanei, infatti, Sala ha un carattere e una tempra non comuni, come ha dimostrato nella sua ancora giovane carriera, scegliendo di andare a giocare all’estero. Non avrà quindi alcuna difficoltà nell’affrontare il campionato di serie A con una squadra, il Verona, in cui la tifoseria ripone grandi speranze dopo 11 anni di purgatorio.

SCHEDA GIOCARORE
Nome: Jacopo Sala
Età: 21 anni
Ruolo: ala destra
Squadra: Verona
Ultima Stagione: Amburgo, 8 presenze – 0 gol