Guida alla serie A…Atalanta: i top e i flop della stagione

Atalanta logo
Atalanta logo

L’Atalanta, dopo lo strepitoso campionato dello scorso anno, ha l’arduo compito di non “sbracare”, cercando di far bella figura anche in Europa. Si riparte dalla GG (Gasperini-Gomez), anche se la squadra ha perso due pezzi importanti come Conti e Kessiè. A sostituirli dovrebbero essere Cristante (arrivato lo scorso gennaio, quindi, già integrato negli schemi) e Castagne (che, però, dovrà vedersela con Hateboer). Novità anche in avanti, dove Petagna dovrà vedersela con Cornelius, attaccante danese fisicamente simile, ma che vede molto più la porta. Un’altra novità, in avanti, è rappresentata da Ilicic. Lo sloveno, da sempre discontinuo, riuscirà a trovare a Bergamo l’ambiente dove esaltarsi?
Inoltre, come da tradizione, sono arrivati talenti giovani, primi tra tutti Vido e Orsolini: saranno loro i nuovi Conti e Petagna?

Atalanta: rosa e formazione

Questa è la rosa attuale dell’Atalanta e la probabile formazione

Portieri: Berisha, Gollini, Radunovic

Difensori: Bastoni, Caldara, Castagne, Dramè, Gosens, Hateboer, Masiello, Palomino, Toloi

Centrocampisti: Cristante, Freuler, Haas, Ilicic, Joao Schmidt, Kurtic, Spinazzola

Attaccanti: Cornelius, Gomez, Orsolini, Petagna, Vido

Ci sono un po’ di considerazioni che vale la pena fare. In questo momento, stando alle amichevoli disputate, Kurtic sembra aver perso terreno nell’undici base. Sono, invece, in rialzo le quotazioni di Bastoni che, nel medio periodo, potrebbe prendere il posto di Toloi. Occhio anche a destra: Castagne ancora si integra. Non è escluso che Hateboer parta titolare e ci rimanga. Infine, Orsolini: il ragazzo ha doti importanti, ma, al momento, è la seconda scelta dietro Ilicic, salvo stravolgimenti di modulo.

SCHEDA ATALANTA
Goleador: Gomez
Rigorista: Gomez
Re degli assist: Gomez
Possibili titolari nel medio periodo: Bastoni e Cornelius
Sorprese: Bastoni, Schmidt, Orsolini, Vido
Delusioni: Kurtic, Petagna

Atalanta: chi prendere, chi no e chi è in bilico

PORTIERI

Berisha – In bilico: lo scorso anno ha scalzato Sportiello. Quest’anno se la vede con Gollini. E’ un portiere che alterna papere a parate. Non il massimo, insomma. La sua squadra, inoltre, potrebbe risentire del doppio impegno campionato-coppa e subire più dello scorso anno. Inoltre, non ha un portiere di un’altra squadra con cui è possibile un’alternanza perfetta. Se lo pagate poco, potete puntarci (magari in coppia con Sirigu) però, vedete di prendere anche Gollini.
ULTIMA STAGIONE: 26 presenze, -26 reti, 2 ammonizioni

Gollini – In bilico: potrebbe rubare il posto a Berisha, ma, per quel che riguarda i gol subìti, vale lo stesso discorso fatto per il collega. Inoltre, anche lui commette spesso errori.
ULTIMA STAGIONE: Aston Villa (Championship) – 20 presenze, -17 reti,
Atalanta – 4 presenze, -1 rete, 1 ammonizione

Radunovic – non giudicabile: terzo portiere se rimane. Altrimenti va in B. Ma prendere solo il pacchetto Atalanta non conviene, quindi…
ULTIMA STAGIONE: Avellino (serie B) – 31, -35 reti, 4 ammonizioni

DIFENSORI

Bastoni – sorpresa: occhio a questo ragazzo. Lo scorso anno ha giocato 153 minuti, ma, in questo precampionato, Gasperini lo sta facendo giocare spesso e lui sta dimostrando di valere. E se rubasse il posto a Toloi?
ULTIMA STAGIONE: 3 presenze

Caldara – da prendere: viene da una stagione stratosferica e difficilmente ripetibile, però ha qualità ed è ormai uno dei leader della squadra. Rimane un giocatore su cui fare affidamento. I suoi golletti, poi, li ha sempre fatti.
ULTIMA STAGIONE: 30 presenze, 7 reti, 4 ammonizioni

Castagne – in bilico: il ragazzo è bravo, ma più adatto alla difesa a quattro che al centrocampo a 5. E’, insomma, un terzino puro, e non uno di spinta, più bravo a coprire che a inserirsi senza palla. Per questo, alla fine, non è detto che parta titolare.
ULTIMA STAGIONE: Genk (Belgio), 24 presenze, 1 ammonizione

Dramè – da evitare: i guai fisici lo condizionano troppo e, ormai, rubare il posto a Spinazzola è quasi impossibile. Meglio lasciarlo dov’è.
ULTIMA STAGIONE:10 presenze, 1 ammonizione

Gosens – in bilico: belga come Castagne, ma del tutto opposto a lui. Terzino mancino di spinta, molto abile nell’inserirsi e con una discreta tecnica di base. Il problema è che agisce sulla stessa fascia di Spinazzola. Con due competizioni, però, va tenuto d’occhio. Magari può valere una piccola scommessa più in là.
ULTIMA STAGIONE: Heracles (Olanda) – 28 presenze, 2 reti, 4 ammonizioni

Hateboer – da prendere: qua vogliamo sbilanciarci. Per noi il titolare sarà lui. Già lo scorso anno, quando ha sostituito Conti, non lo ha fatto rimpiangere. Tra lui e Castagne, Gasp potrebbe preferire la spinta e la forza fisica dell’olandese. Occhio.
ULTIMA STAGIONE: Gronigen (Olanda) – 19 presenze, 1 rete, 4 ammonizioni
Atalanta – 6 presenze, 2 ammonizioni

Masiello – da prendere: uno dei gladiatori di Gasperini che, difficilmente rinuncerà alle sue doti di leadership anche quest’anno. E’ il classico giocatore poco appariscente, ma che fa sempre il suo.
ULTIMA STAGIONE: 35 presenze, 3 reti, 9 ammonizioni

Palomino – in bilico: tatticamente è molto intelligente. Ha senso dell’anticipo e fisico. Sia nel Metz che nel Ludogorets ha ben figurato, anche in Europa. Gioca come centrale, quindi, dovrebbe essere lui il rivvale di Toloi. Tutto sta nel capire la sua capacità di ambientamento e l’adattabilità alla difesa a 3. Finora ha disputato solo un’amichevole. In questo momento, per noi, parte anche dietro a Bastoni.
ULTIMA STAGIONE: Ludogorets (Belgio) – 27 presenze, 2 reti, 1 ammonizione

Toloi – da evitare: siamo convinti che il prossimo anno perderà il posto a vantaggio di Bastoni (nostro favorito) o Palomino. Il brasiliano ha parecchi limiti in fase difensiva, quindi, o alza il livello delle prestazioni, o addio.
ULTIMA STAGIONE: 32 presenze, 7 ammonizioni

CENTROCAMPISTI

Cristante – da prendere: giocatore in rampa di lancia. Lo scorso anno, da gennaio, ha dimostrato di poter fare bene quando è stato chiamato in causa. Ora, senza Kessiè, toccano a lui le chiavi del centrocampo. Occhio perchè può pure fare 5-6 gol.
ULTIMA STAGIONE: Pescara – 16 presenze, 1 ammonizione
Atalanta – 12 presenze, 3 reti, 1 ammonizione

Freuler – da prendere: centrale sottovalutato, ma capace di farsi valere. Ormai è il punto di riferimento della squadra. Dopo Gomez, è l’uomo incaricato sdi battere i calci da fermo. A basso costo può essere un bel colpo.
ULTIMA STAGIONE: 33 presenze, 5 reti, 5 ammonizioni

Haas – da evitare: riserva designata di Freuler. Lo svizzero è un prospwtto interessante, ma è difficile che diventi subito importante in questa squadra. Prima ha bisogno di assimilare gli schemi di Gasp.
ULTIMA STAGIONE: Lucerna (Svizzera) – 23 presenze, 1 rete, 3 ammonizioni, 1 espulsione

Ilicic – in bilico: annata buona o sottotono? lo sloveno ci ha abituato ad ali e bassi nei suoi anni italiani. Di solito alterna una stagione buona ad una mediocre. Lo scorso anno è stata mediocre, quindi, ora, dovrebbe essere buona. Il problema è capire quanto lo si paga. Non è un giocatore affidabile.
ULTIMA STAGIONE: Fiorentina – 29 presenze, 5 reti, 2 ammonizioni

Joao Schmidt – sorpresa: giocatore dotato di una grande tecnica cui abbina senso tattico e capacità d’inserimento. I dubbi sono tutti sulla sua capacità di adattamento in un calcio più tattico di quello sudamericano. Va comunque tenuto d’occhio, perchè, nell’arco della stagione, potrebbe esplodere.
ULTIMA STAGIONE: San Paolo (Brasile) – 7 presenze, 2 ammonizioni

Kurtic – da evitare: giudizio categorico, anche se, ai più, potrà sembrare frettoloso. Lo scorso anno è partito fortissimo, poi, si è perso. Quest’anno la concorrenza è aumentata a dismisura. Dato che la continuità non è il suo forte, prevediamo meno minutaggio rispetto alo scorso anno.
ULTIMA STAGIONE:37 presenze, 6 reti, 7 ammonizioni

Spinazzola – da prendere: giocatore di altissimo rendimento cui manca solo una maggior cattiveria in zona gol per esplodere definitivamente. Noi ci punteremmo, anche se a costi contenuti, perchè è in grado di migliorare ancora.
ULTIMA STAGIONE:30 presenze, 2 ammonizioni

ATTACCANTI

Cornelius – in bilico:  un giocatore che, per senso del gol ed esperienza anche internazionale, potrebbe rubare il posto a Petagna. Il problema è che i centravanti stranieri, non sempre esplodono a Bergamo. Per questo va preso solo in coppia con l’italiano.
ULTIMA STAGIONE: Copenaghen (Danimarca) – 30 presenze, 12 reti, 5 ammonizioni

Gomez – da prendere: stagione irripetibile quella scorsa? Può essere, ed è anche vero che lo spostamento tra gli attaccanti non gli giova, però, all’Atalanta, il vero terminale del gioco è lui e tira pure tutti i calci da fermo…
ULTIMA STAGIONE: 37 presenze, 16 reti, 6 ammonizioni

Orsolini – sorpresa: in questo momento rappresenta un’incognita per collocazione tattica e concorrenza, però ha qualità sopra la media e gioca in una squadra che esalta i giovani di talento. Non resta che aspettarlo perchè nell’arco della stagione uscirà fuori.
ULTIMA STAGIONE: Ascoli (serie B) – 41 presenze, 8 reti, 2 ammonizioni

Petagna – da evitare: anche qui, scelta categorica con rischio annesso. Intendiamoci: l’anno scorso ha fatto bene, soprattutto a livello di prestazioni e assist. Un attaccante di una squadra di media classifica come l’Atalanta, deve, però, andare in doppia cifra. Noi non diciamo che non ce la farà assolutamente, ma che abbiamo molti dubbi che ci riesca. Sbaglia ancora troppo sotto porta. Può andare bene come sesto attaccante, ma a costi parecchio ridotti perchè è comunque una scommessa.
ULTIMA STAGIONE: 34 presenze, 5 reti, 2 ammonizioni

Vido – sorpresa: occhio perchè il ragazzo ha qualità. Forse uscirà solo nell’ultima parte di stagione, però, è da tenere sotto osservazione.
ULTIMA STAGIONE: Cittadella (Serie B) – 12 presenze, 4 reti, 2 ammonizioni