Nona giornata serie A, Inter-Verona 4-2, tabellino e pagelle

Jonatahan, il migliore dell’Inter contro la Fiorentina
Jonathan, il migliore dell’Inter

L’Inter batte il Verona in un match spettacolare, ma anche ricco di errori difensivi e di gol fortunosi. I nerazzurri hanno comunque meritato di vincere contro un avversario, che, non ha mai mollato, neanche quando si è trovato sotto per 4-1. Con questa vittoria l’Inter ritrova il quarto posto. Mazzarri deve comunque ancora lavorare parecchio. Kovacic continua ad andare a sprazzi, come del resto Belfodil (espulso a fine partita con Moras) e la difesa imbarca acqua. Per puntare alla Champions manca ancora qualcosa. LE RETI: Inter in vantaggio al 9’ quando Moras corregge in rete un tiro di Moras destinato fuori. Al 12’ l’Inter raddoppia grazie ad un pallone che, respinto da Jorginho, carambola su Palacio e finisce dentro. Al 32’ Martinho, sfrutta un buco centrale della difesa interista e batte Carrizo. Al 38’ arriva il terzo gol nerazzurro, grazie a Cambiasso che corregge un tiro di Palacio, dopo che Nagatomo aveva preso un palo. Al 56’ Rolando segna il suo primo gol in nerazzurro sfruttando una carambola nata dopo un calcio d’angolo. Al 71’ Romulo, servito da Toni, batte Carrizo per il definitivo 4-2.

IL TABELLINO
INTER-VERONA: 4-2

INTER: (3-5-1-1) – Carrizo; Rolando, Ranocchia, Juan Jesus; Jonathan, Guarin, Cambiasso (63’ Kuzmanovic), Alvarez, Nagatomo; Kovacic (79’ Taider); Palacio (65’ Belfodil). A DISPOSIZIONE: Castellazzi, Maniero, Andreolli, Icardi, Mudingayi, Wallace, Samuel, Pereira, Olsen. All. Mazzarri.
VERONA: (4-3-3) – Rafael; Cacciatore (83’ Juanito), Moras, Maietta, Agostini (73’ Cacia); Romulo, Donati (55’ Donadel), Jorginho; Iturbe, Toni, Martinho. A DISPOSIZIONE: Mihaylov, Albertazzi, Laner, Longo, Jankovic, Bianchetti, Rubin, Gonzalez, Sala. All. Mandorlini.
Reti: 9’ autorete di Moras (V), 12’ Palacio (I), 32’ Martinho (V), 38’ Cambiasso (I), 56’ Rolando (I), 71’ Romulo (V ).
Ammoniti: Palacio (I), Jonathan (I), Cacciatore (V), Donadel (V), Iturbe (V).
Espulsi: Belfodil (I) e Moras (V) a fine partita

PAGELLE
INTER   
CARRIZO 6 –  Ok, non è un fenomeno, ma la difesa è proprio scarsa. Sui gol non può nulla. CERCASI AIUTO.
ROLANDO 6.5 – Prima partita decente in Italia tra Napoli e Inter, impreziosita anche da un gol. RISCOSSA.
RANOCCHIA 5.5 – Toni lo mette parecchio in difficoltà. Lui prova a resistere, ma finisce per soccombere alla lunga. STRENUA RESISTENZA.
JUAN JESUS 5 – Solita partita da “vorrei, ma non posso”. Colpevole su entrambi i gol. INGUARDABILE.
JONATHAN 7.5 (IL MIGLIORE) – Asfalta Agostini a sinistra, causa il primo gol, ne sfiora uno, ed è un pericolo costante. MARTELLO.
GUARIN 6.5 – Entra nell’azione del secondo gol e ci mette fisico e potenza per arginare il centrocampo veronese. IL RITORNO DEL GIAGUARO.
CAMBIASSO 7 – Segna un gol di opportunismo e stravince la sfida con Donati. HIGHLANDER. (KUZMANOVIC 5 – Dentro per far rifiatare Cambiasso, non sfrutta l’occasione. FUORI DAL CORO.)
ALVAREZ 6.5 – Se uno ha la convinzione nei propri mezzi può giocare ovunque. E’ quello che succede ad Alvarez, che, dopo aver giocato sempre trequartista, viene  spostato interno, con gli stessi, buoni, risultati. FORZA MENTALE.
NAGATOMO 6 –  Il voto è la media tra la spinta offensiva (palo compreso) e le incertezze difensive. IN MEZZO AL GUADO.
KOVACIC 5.5 – Timido e impacciato, non va oltre il compitino, con passaggi molto scontati. PULCINO BAGNATO. (TAIDER SV)
PALACIO 7.5 – Un gol di rapina, un altro, quello di Cambiasso, nato da un suo tiro. Da solo tiene in scacco tutta la difesa del Verona. IMMARCABILE. (BELFODIL 5 – Il rosso è eccessivo, ma la verità è che non si impegna abbastanza. CHANCHE BUTTATA.)
ALL. MAZZARRI 6.5 – La difesa continua a incassare gol, però la squadra lotta e dimostra di avere una carica agonistica pazzesca. SCOSSA ELETTRICA.

VERONA
RAFAEL 6  – I gol nascono tutti da carambole. Lui non può che assistere. CALCIO? NO, FLIPPER!
CACCIATORE 5 – Questa volta delude, perché in fase difensiva, combina disastri. PREDA. (JUANITO SV).
MORAS 5 – Prima l’autogol, poi l’espulsione. In mezzo una sofferenza continua. SERATACCIA.
MAIETTA 5 – Il capitano questa volta non riesce a guidare i suoi con autorevolezza. AFFONDATO.
AGOSTINI 4.5 –  Asfaltato da Jonathan, non riesce mai a uscire dalla sua area. ALL’ANGOLO. (CACIA 5 – Dovrebbe aiutare Toni, ma si rivela un peso. ZAVORRA.)
ROMULO 6.5 – Sempre tra i più propositivi, segna il suo secondo gol in campionato ed è sempre nel vivo dell’azione. IMPORTANTE.
DONATI 5 – Intensità pari a zero, è l’anello debole del Verona. Cambiasso gli dà una lezione di gioco. PRENDERE APPUNTI, PREGO.
JORGINHO 5 – Questa volta è decisamente sottotono. Mai una giocata delle sue. REGREDITO.
MARTINHO 7 (IL MIGLIORE) – Attacca, pressa, recupera e segna. TUTTOLOGO.
TONI 6.5 – Fa a spallate con i difensori interisti, e con le sue sponde mette in condizioni i centrocampisti di inserirsi. ANCORA DI SALVATAGGIO.
ALL. MANDORLINI 6 – Il Verona incassa quattro gol evitabili, ma mostra carattere e non molla fino alla fine. A TESTA ALTA.