Ottava giornata serie A, Milan-Udinese 1-0, tabellino e pagelle

Valter Birsa, il migliore contro l’Udinese
Valter Birsa, il migliore contro l’Udinese

Valter Birsa, ancora lui, regala tre punti al Milan contro l’Udinese. I friulani hanno avuto la colpa di non credere al colpaccio contro dei rossoneri, qualitativamente inferiori in ogni zona del campo. Così, il solito Milan arruffone e sconclusionato e con due fionde rotte (Matri e Robinho) al posto dei fucili in attacco, riesce a portare a casa tre punti vitali per la classifica. Altra buona notizia per il Milan, il ritorno in campo di Kakà. Con questa vittoria i rossoneri tornano nella parte sinistra della classifica in attesa dei risultati di domani. Per l’Udinese, invece, si tratta della quarta sconfitta esterna consecutiva. I friulani devono iniziare a cambiare marcia fuori casa, altrimenti saranno attesi da una stagione anonima. LA RETE: Milan in vantaggio al  22’ con Birsa che, da fuori area, su passaggio di Robinho, lascia partire un tiro che si insacca imparabile alle spalle di Kelava.

IL TABELLINO
MILAN-UDINESE: 1-0
MILAN: (4-3-1-2) – Gabriel; Abate, Silvestre, Zapata, Costant; Poli, Muntari (84’ Nocerino); Birsa (66’ Niang); Robinho, Matri (77’ Kakà). A DISPOSIZIONE: Amelia, Coppola, Vergara, Zaccardo, Cristante, Emanuelson, Saponara. All. Allegri.
UDINESE: (4-4-1-1) – Kelava; Heurtaux, Danilo, Naldo, G.Silva; Basta (50’ Muriel), Pinzi (73’ Zielinski), Allan, Lazzari; Pereyra (89’ Ranegie); Di Natale. A DISPOSIZIONE: Benussi, Bubnjic, Douglas, Widmer, Badu, Bruno Fernandes, Merkel, Maicosuel, Nico Lopez. All.Guidolin.
Reti: 22’ Birsa
Ammoniti: Montolivo (M), Muntari (M), Robinho (M), Pinzi (U), Pereyra (U), Allan (U)

PAGELLE
MILAN
GABRIEL 6.5 – Debutta da titolare e dimostra personalità, dando sicurezza al reparto. FUTURO TITOLARE.
ABATE 6.5 – Diagonale perfetta su Muriel a fine gara che evita il pareggio dell’Udinese. Prima tanta sostanza e molta attenzione alla fase difensiva. BENE, BRAVO, BIS.
SILVESTRE 6.5 – Rispetto a Mexes è un’altra cosa. Intendiamoci, non fa niente di speciale, ma almeno sa come si difende e prende il pallone invece delle gambe avversarie. DIFENSORE VERO.
ZAPATA 6.5 – Con Silvestre è più tranquillo e sbaglia molto meno, sbrogliando anche situazioni complicate. QUANDO IL COMPAGNO FA LA DIFFERENZA.
COSTANT 5 – L’Udinese sfonda sempre dalla sua parte. VENTRE MOLLE.
POLI 6.5 – L’unico che dia qualità al centrocampo del Milan e che si prenda qualche iniziativa in avanti. PRANDELLI, IL TUO UOMO E’ LUI.
MONTOLIVO 5.5 – Per randellare, randella. Rimane un mistero su come faccia a giocare in nazionale e ad essere considerato un punto fermo del Milan (oltre che il capitano) perché ha più qualità uno scoiattolo di lui. BISOGNA INDAGARE.
MUNTARI 6 – Fa legna come suo solito. La gloria l’ha già avuta due settimane fa. RITORNO ALLA REALTA’. (NOCERINO SV)
BIRSA 7  (IL MIGLIORE) – Gira e rigira se la qualità non ce la mette lui per il Milan è notte fonda. Degli 11 punti del Milan, sei li deve ai gol dello sloveno. Altro che Balotelli, Kakà, Matri, El Shaarawi e Robinho! VALORE AGGIUNTO.  (NIANG 5 – Solito cambio di quel buon samaritano di Allegri per far respirare la difesa avversaria. FINTA PUNTA. )
MATRI 5 –  Altra partita di nulla totale. Si impegna, si sbatte, ma al momento di finalizzare, sparisce. CRISI CONTINUA. (KAKA’ 6 – Fa vedere qualche sprazzo di quello che può dare. LAMPI DA SOGNO).
ROBINHO 5 – Per lui essere inconcludente è la norma. Giochicchia qua e là come se stesse facendo un torneo di calcetto sulle spiagge di Rio e non una partita del massimo campionato professionistico italiano. BALNEATORE.
ALL. ALLEGRI 6 – Doveva prendere tre punti e lo ha fatto. Per il gioco, occorrerà ripassare. BOCCATA D’ARIA.

UDINESE
KELAVA 6 – Il gol è una magia di Birsa. Per il resto deve intervenire solo su Poli nel secondo tempo. FULMINATO.
HEURTAUX 6 – Messo a fare il terzino destro, si limita alla fase difensiva, senza spingere mai, cosa che, del resto, non è nelle sue attitudini. SENZA SBAVATURE.
DANILO 6.5 (IL MIGLIORE) – Robinho è un avversario che gli fa il solletico. ALLEGRO.
NALDO 6.5 – C on un Matri così sotto tono dorme sonni tranquilli. TRA DUE GUANCIALI.
G.SILVA 6 – Pericoloso con un tiro da fuori, corre molto, ma non è sempre preciso nei cross. SI PUO’ MIGLIORARE.
BASTA 5 – Altra prova sotto tono. Sembra veramente irriconoscibile. DOVE SI E’ NASCOSTO? (MURIEL 5 – Non ha ancora fatto il salto di qualità che si attende da lui. FARFALLONE.)
ALLAN 5 – Troppo impreciso nei passaggi, perde un mucchio di palloni. FUORI FASE.
PINZI 5 – Anche lui non è il solito. Non ha il dinamismo dei bei tempi. SCARICO. (ZIELINSKI 5 – Dentro per dare maggior qualità al centrocampo non riesce a incidere come dovrebbe. IDEE ZERO.).
LAZZARI 5 – A lui si chiedono assist e inserimenti, ma non fa né l’uno, né l’altro. COMPITI NON SVOLTI.
PEREYRA 5.5 –  Dovrebbe fungere da raccordo tra centrocampo e attacco, ma finisce per perdersi. SENZA BUSSOLA. (RANEGIE SV)
DI NATALE  6 Alla fine i pericoli maggiori vengono da lui, come la punizione che Gabriel manda sulla traversa e il pallone che Muriel non riesce a trasformare in gol. E’ SEMPRE TOTO’.
ALL.GUIDOLIN 5 – Quest’anno si sta incartando. Presenta un’Udinese troppo prudente con un Milan che, a livello qualitativo è inferiore ai friulani, gettando via un tempo. Quando poi osa, la squadra non trova le contromisure giuste. RINUNCIATARIO.