Prima giornata serie A, Inter-Genoa 2-0, tabellino e pagelle

Fredy Guarin
Fredy Guarin, migliore in campo tra i nerazzurri

Con due gol nel finale di Nagatomo e Palacio, la nuova Inter di Mazzarri batte un Genoa volenteroso che ha resistito a lungo nella ripresa al forcing nerazzurro. Decisivi gli ingressi di Icardi e Kovacic che hanno dato una maggior incisività davanti. Le reti: al 75’ cross di Jonathan, deviazione di Antonelli che spiazza Perin e Nagatomo, sulla linea di porta, deposita in rete di testa. Al 92’, suggerimento di Guarin per Palacio che piazza il diagionale vincente.

TABELLINO
INTER-GENOA 2-0

INTER (3-5-1-1) – Handanovic; Campagnaro, Ranocchia, Juasn Jesus; Jonathan, Guarin, Cambiasso (dal 72’ Kovacic), Kuzmanovic (dal 54’ Icardi), Nagatomo; Alvarez (dal 85’ Taider); Palacio. A DISPOSIZIONE: Castellazzi, Carrizo, Wallace, Rolando, Andreolli, Pereira, OLsen, Mudingayi, Belfodil. All. Mazzarri

GENOA (4-3-2-1) – Perin; Vrsaljko, Portanova, Manfredini, Antonelli; Cofie (dal 89’ Sturaro), Lodi, Kucka; Santana (dal 85’ Floro Flores), Bertolacci (71’ Konate); Gilardino. A DISPOSIZIONE: Donnarumma, Zima, De Maio, Sampirisi, Gamberini, Blaze, Matuzalem, Velocci, Jara Martinez. All. Liverani

Marcatori: 75’ Nagatomo, 92’ Palacio
Ammoniti: Jonathan (I), Guarin (I), Gilardino (G), Manfredini (G), Perin (G),

LE PAGELLE

INTER
HANDANOVIC 6 – Serata tranquilla come non gli capitava da tempo. IN RELAX.
CAMPAGNARO 6.5 – Morde le caviglie degli avversari e non lascia passare nessuno. CAGNACCIO.
RANOCCHIA 6 – Gli attaccanti del Genoa girano a vuoto e lui prova a cercare gloria davanti. ORDINARIA ANMMINISTRAZIONE.
JUAN JESUS 6 – Se perfino il combina guai della comitiva se ne sta buono, vuol dire che il Genoa era veramente poca cosa. CALMO.
JONATHAN 6.5 – Ecco un altro che Mazzarri ha trasformato in calciatore. DA CENERENTOLO A PRINCIPE.
CAMBIASSO 6.5 – Il fisico non lo sorregge più come una volta, ma se la cava con l’esperienza. VECCHIO SAGGIO. (DAL 72’ KOVACIC 6 – Dà qualità ad un centrocampo povero d’idee. FUTURO LEADER.)
GUARIN 7 (IL MIGLIORE) – Un assist e un movimento tra le linee costante che manda in tilt il Genoa. GIAGUARO.
KUZMANOVIC 5 – E’ l’unico che delude. Mazzarri ci dovrà lavorare ancora. URGONO RIPARAZIONI.(DAL 54’ ICARDI 6 – Centra una traversa e dà più peso lì davanti. TORRE DI CONTROLLO.)
NAGATOMO 6.5 – Per il gol che sblocca la partita e per la corsa continua sulla fascia. SAMURAI.
ALVAREZ 6 – Schierato attaccante fa vedere tutti i suoi limiti tecnico-atletici. Meglio da centrocampista, dove riesce a raggiungere la sufficienza grazie ad alcune giocate. CHI VA PIANO… (DAL 85’ TAIDER SV)
PALACIO 6.5 – Il gol è un premio per il lavoro ai fianchi della difesa rossoblù. IPERATTIVO.
ALL. MAZZARRI 6.5 – Parte prudente, poi capisce che può osare, mette l’artiglieria pesante e vince. LUNGIMIRANTE.

GENOA
PERIN 6 – Non ha colpe sui gol, se la cava bene per il resto. BUON DEBUTTO.
VRSALJKO 6.5 (IL MIGLIORE) – Gran bel giocatore: spinge costantemente a destra, ma anche in fase difensiva se la cava, perché alcune sue diagonali, tolgono d’impaccio la difesa rossoblù. LIETA SCOPERTA.
MANFREDINI 6 – Regge fin quando Nagatomo non segna. DIGNITOSO.
PORTANOVA 5 – Perde lo sprint con Palacio nell’occasione del 2-0. IMPACCIATO.
ANTONELLI 5 – Non spinge come dovrebbe ed è sfortunato sul primo gol. GIORNATA NO.
COFIE 6 – Ci mette grinta e sostanza, riuscendo ad arginare Kuzmanovic. SOLDATINO. (89’ STURARO SV)
LODI 6 – Da lui ci si aspetta di più. Comunque non demerita. MIGLIORABILE.
KUCKA 5.5 – Troppi errori in fase di impostazione. DISTRATTO.
SANTANA 5 – Zero sprint sulla fascia. INGOLFATO. (85’ FLORO FLORES SV)
BERTOLACCI 5.5 – Funge da anello di raccordo tra centrocampo e attacco, ma non tira mai. PAURA D’ATTACCARE. (71’ KONATE 5 – Corsa tana, idee poche. CERCASI ISPIRAZIONE).
GILARDINO 6 – Perché lotta da solo contro tutta la difesa rossoblù, facendosi un mazzo tanto per provare a liberare spazi per gli avversari. POVERINO.
ALL. LIVERANI 5.5 – Quando l’Inter nel primo tempo è senza idee, dovrebbe dire alla sua squadra di approfittarne, invece il Genoa rimane sulle sue e alla fine sfuma pure il punticino. SENZA CORAGGIO.