Probabili formazioni e semaforo diciannovesima giornata, BIanchi ok

Rolando Bianchi, semaforo verde contro la Lazio
Rolando Bianchi, semaforo verde contro la Lazio

LIVORNO VS PARMA: PROBABILI FORMAZIONI E SEMAFORO DELLA SFIDA

LIVORNO – Coda non recupera: al suo posto Valentini. Rientra Emerson dopo la squalifica.  Nicola ritrova Siligardi. Mbaye verrà dirottato a destra per sostituire lo squalificato Schiattarella. A sinistra ballottaggio tra Gemiti e Duncan con il primo favorito.  PROBABILE FORMAZIONE: (3-5-1-1) –  Bardi; Valentini, Emerson, Ceccherini; Mbaye, Benassi, Luci, Greco, Gemiti; Siligardi; Paulinho. A DISPOSIZIONE: Anania, Rinaudo, Biagianti, Piccini,  Borja, Mosquera, Belingheri,  Duncan, Emeghara. All. Nicola.
SEMAFORO VERDE: Emerson torna al centro della difesa per dare compattezza. Ceccherini non sta dispiacendo. Benassi anche la settimana scorsa ha dimostrato quello che già si è intuito lo scorso anno: il ragazzo ha qualità e personalità. Mbaye a destra dovrebbe vincere la sfida contro Gobbi. Siligardi-Paulinho: la difesa emiliana è tutt’altro che invulnerabile e loro hanno i numeri per far male.
SEMAFORO ROSSO: Valentini balbetta. Luci e Greco sono in un periodo no. Gemiti non ha mai convinto quest’anno.
I JOLLY: Nessuno. Se Spinelli non si decide a intervenire sul mercato è dura.

PARMA – Donadoni recupera Paletta e ritrova Gobbi dopo la squalifica. A destra, invece di Cassani, squalificato, dovrebbe toccare a Rosi. A centrocampo rientra Gargano, mentre in attacco, ballottaggio tra Cassano e Amauri con il primo favorito, anche se c’è la possibilità di vederli entrambi in campo, escludendo Sansone. PROBABILE FORMAZIONE: (4-3-3) – Mirante; Rosi, Lucarelli, Paletta, Gobbi; Gargano, Marchionni, Parolo; Biabiany, Cassano, Sansone. A DISPOSIZIONE: Bajza, Coric, Felipe, Mesbah, Acquah, Munari, Amauri, Okaka, Palladino. All. Donadoni.
SEMAFORO VERDE: Rosi avrà spazi da sfruttare. Gargano e Marchionni hanno qualità ed esperienza per non deludere. Sansone e Biabiany quando accelerano fanno male.
SEMAFORO ROSSO: Lucarelli e Paletta soffriranno parecchio contro Paulino e Siligardi. Gobbi ultimamente sbaglia molto. Parolo sembra in fase calante. Cassano non dà l’aria di avere le giuste motivazioni.
I JOLLY: nessuno. Amauri il suo gol annuale lo ha segnato e in panca non rimane granchè.
—————————————————————————–
BOLOGNA VS LAZIO: PROBABILI FORMAZIONI E SEMAFORO DELLA SFIDA

BOLOGNA – L’avvento di Ballardini porta novità tattiche in casa Bologna. Il modulo di riferimento dovrebbe infatti essere il 4-3-1-2, con Kone interno e Diamanti trequartista. In avanti il neo allenatore è pronto a rilanciare Acquafresca e Bianchi. Torna, dopo la squalifica, Diamanti. PROBABILE FORMAZIONE: (4-3-1-2) – Curci; Garics,  Antonsson Natali, Morleo; Kone, Khrin, Pazienza; Diamanti; Acquafresca, Bianchi. A DISPOSIZIONE: Agliardi,  Stojanovic, Cherubin, Radakovic, Cech,  Laxalt, Della Rocca, Christodoulopoulos, Cristaldo, Moscardelli. All. Ballardini.
SEMAFORO VERDE: Solitamente i terzini di Ballardini spingono molto, quindi Garics e Morleo potrebbero beccare dei bonus. Diamanti è sempre stato il migliore del Bologna: le cose non cambieranno. Acquafresca, grazie al suo mentore Ballardini, potrebbe rinascere. Bianchi potrebbe essere motivato dal cambio tecnico.
SEMAFORO ROSSO: Natali e Antonsson contro gli attaccanti laziali vedranno i sorci verdi. Khrin sta vivendo una stagione da incubo. Kone non rende da interno. Pazienza non ne imbrocca una.
I JOLLY:  Nessuno. Ci sarebbe Cristaldo, ma l’argentino non vede la porta.

LAZIO –
Rispetto alla formazione iniziale scesa in campo contro l’Inter, Reja deve cambiare i due terzini visto l’infortunio di Konko e la squalifica di Radu. A destra va Cavanda, mentre a sinistra viene arretrato Lulic, con l’inserimento di Felipe Anderson nel ruolo di esterno sinistro.  PROBABILE FORMAZIONE: (4-2-3-1)  – Berisha; Cavanda, Biava, Dias, Lulic;  Gonzalez, Ledesma; Candreva, Hernanes, Felipe Anderson;  Klose.  A DISPOSIZIONE: Strakosha, Ciani, Novaretti, Cavanda,  Biglia,  Onazi, Ederson, Floccari, Perea, Keita, Anderson. All. Reja.
SEMAFORO VERDE: Lulic, rispetto alle prime volte, è più a suo agio nel ruolo di terzino. Ledesma, con Reja,  ha ripreso le redini della squadra. Gonzalez è tornato il mastino dei tempi belli. Candreva continua a distribuire assist. Klose: quando è in forma, come ora, è letale.
SEMAFORO ROSSO: Cavanda va in difficoltà con niente. Dias-Biava: troppo compassati. Hernanes continua ad essere un fantasma in campo.
I JOLLY: Floccari: Reja si affiderà a lui in caso di difficoltà e il numero 99 biancoceleste vuole mettersi in mostra anche per convincere eventuali club a puntare su di lui a gennaio.
————————————————————————————-
TORINO VS FIORENTINA: PROBABILI FORMAZIONI E SEMAFORO DELLA SFIDA

TORINO – Ventura ritrova El Kaddouri e torna al 3-4-1-2 con l’ex Brescia dietro a Immobile e Cerci. A centrocampo Basha sostituisce Vives.  PROBABILE FORMAZIONE (3-4-1-2) – Padelli; Maksimovic, Glik, Moretti; Darmian Basha, Farnerud, Pasquale; El Kaddouri; Cerci, Immobile.  A DISPOSIZIONE: Gomis, Berni,  Rodriguez Gui, Brighi,  Gazzi, Masiello,  Tachtsidis, Barreto, Bellomo, Meggiorini. All. Ventura.
SEMAFORO VERDE:  Glik in queste gare fa uscire il suo spirito da combattente. Farnerud si sta dimostrando un acquisto azzeccato. El Kaddouri-Cerci-Immobile è un tridente che sa far male.
SEMAFORO ROSSO: Le due coppie Maksimovic-Darmian e Moretti-Pasquale rischiano di soffrire parecchio gli attacchi dei viola. Basha contro Borja Valero sembra una vittima sacrificale.
I JOLLY: Nessuno. La panchina dei granata è povera. Ci sarebbe Bellomo, ma pare essere in partenza.

FIORENTINA – Montella, dopo aver perso anche Rossi, deve fare di necessità virtù in avanti. Spazio quindi a Matos punta centrale, supportato da Ilicic e Cuadrado. In difesa, tornano Tomovic e Pasqual.  PROBABILE FORMAZIONE: (4-3-2-1) – Neto; Tomovic, Gonzalo Rodriguez, Savic, Pasqual; Aquilani, Pizarro, Borja Valero; Cuadrado, Ilicic; Matos. A DISPOSIZIONE: Munùa, Roncaglia, Compper, Ambrosini, Mati Fernandez, Joaquin, Wolski, Vecino, Olivera, Rebic, Matos. All. Montella.
SEMAFORO VERDE: Pasqual e Tomovic possono mettere in crisi gli esterni del Torino. Borja Valero è una garanzia. Il Torino è una sxquadra che lascia spazi, e quindi è l’avversario ideale per esaltare le qualità di Ilicic e Cuadrado.
SEMAFORO ROSSO: Savic e Gonzalo Rodriguez non hanno clienti facili. Aquilani e Pizarro non stanno giocando sugli standard dell’anno scorso. Matos: il ragazzo è bravo, ma non sembra  ancora in grado di sostenere da solo l’attacco viola.
I JOLLY: Rebic si è sbloccato in coppa. Se vi fossero difficoltà è l’unico attaccante che Montella potrebbe gettare nella mischia. Joaquìn è il primo cambio sugli esterni e sa come colpire, specie contro avversari stanchi.
—————————————————————————-
ATALANTA VS CATANIA: PROBABILI FORMAZIONI E SEMAFORO DELLA SFIDA

ATALANTA –Colantuono deve fare a meno di Raimondi, squalificato, e Carmona, infortunato. Per sostituire il primo, il tecnico potrebbe inserire Del Grosso in difesa, avanzare Brivio a centrocampo e spostare Bonaventura a destra. Per quel che riguarda il vice Carmona, Migliaccio e Baselli si giocano una maglia. L’ex Palermo parte favorito.  PROBABILE FORMAZIONE: (4-4-1-1) – Consigli; Bennalouane, Lucchini, Stendardo, Del Grosso; Bonaventura, Cigarini, Migliaccio, Brivio; Moralez; Denis. A DISPOSIZIONE: Polito, Sportiello, Nica, Giorgi, Baselli, Cazzola, Kone, Brienza, Gagliardini, Livaja, Marilungo, De Luca.  All. Colantuono.
SEMAFORO VERDE: Brivio si è conquistato un posto da titolare grazie a prestazioni convincenti. Cigarini può mettere in grossa difficoltà la difesa etnea. Bonaventura e Denis non vivono un momento particolarmente felice, ma, questa sembra la gara ideale per sbloccarsi. Moralez è il più in forma tra gli orobici.
SEMAFORO ROSSO: Benalouane-Stendardo-Lucchini-Del Grosso: dietro l’Atalanta mostra crepe. Migliaccio non è il mastino dei bei tempi.
I JOLLY: nessuno. Livaja ormai è sparito e, quanto agli altri, non sembrano poter dare un grande apporto alla causa nerazzurra.

CATANIA –  De Canio perde Alvarez e lo sostituisce con Biraghi. Er il resto, fiducia alla squadra che ha battuto il Bologna. PROBABILE FORMAZIONE: (4-3-3) – Frison; Peruzzi, Spolli, Rolin, Biraghi; Plasil, Lodi, Izco; Castro, Bergessio, Barrientos. A DISPOSIZIONE: Andujar, Ficara, Legrottaglie, Gyomber, Capuano, Monzon, Guarente, Leto, Keko. All. De Canio.
SEMAFORO VERDE: Spolli dà sicurezza al reparto. Rolin è in crescita. Lodi: il suo ritorno ha cambiato volto al Catania. Plasil è in forma. Castro-Bergessio-Barrientos, ben imbeccati, possono fare parecchio male.
SEMAFORO ROSSO: Peruzzi e Biraghi sugli esterni rischiano di soffrire. Izco pare meno combattivo del solito.
I JOLLY: Nessuno. Il Catania non ha grandi alternative in panchina.
——————————————————————————-
CAGLIARI VS JUVENTUS: PROBABILI FORMAZIONI E SEMAFORO DELLA SFIDA

CAGLIARI – Lopez, perso Naingollan, ceduto alla Roma, rilancia Dessena. In porta, ancora fiducia ad Adan. In avanti, Ibarbo potrebbe tornare titolare a scapito di Pinilla. PROBABILE FORMAZIONE: (4-3-1-2) – Adan; Pisano, Rossettini, Astori,  Murru; Dessena, Conti, Ekdal;  Cossu; Sau, Ibarbo. A DISPOSIZIONE: Carboni, Perico, Avelar,  Del Fabro, Cabrera, Ibraimi, Pinilla. All. Lopez.
SEMAFORO VERDE: IL Cagliari è in serie positiva da sei partite, ma, nello scontro contro la Juve, lanciatissima, i soli che ci sentiamo di consigliare sono Ssau e Ibarbo.
SEMAFORO ROSSO: Il quartetto Pisano-Astori-Rossettini-Murru rischia di avere parecchi problemi nel fermare la macchina da guerra juventina. Il centrocampo, privo di Naingollan, non dà garanzie, specie contro i mammasantissima bianconeri, quindi meglio lasciar perdere il trio Dessena-Conti-Ekdal. Cossu non sta attraversando un periodo brillante.
I JOLLY:  Nessuno. In panca dovrebbe sedersi Pinilla, ma il cileno è troppo discontinuo.

JUVENTUS –  Conte ha un solo dubbio, quello tra Caceres e Ogbonna come vice Barzagli. L’uruguayano sembra favorito. Per il resto, spazio alla squadra che ha triturato la Roma. PROBABILE FORMAZIONE: (3-5-2) – Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez, Llorente. A DISPOSIZIONE: Storari, Rubinho, Ogbonna, De Ceglie, Isla, Marchisio, Padoin, Pepe, Vucinic, Quagliarella, Giovinco. All. Conte.
SEMAFORO VERDE: Lichtsteiner e Asamoah: gli esterni dei sardi sono fragili e i due bianconeri potrebbero approfittarne. Vidal-Pirlo-Pogba sono in forma strepitosa. Tevez inventa calcio. Llorente: la difesa del Casgliari soffre molto sulle palle alte.
SEMAFORO ROSSO: Se c’è una squadra che può mettere in difficoltà la difesa della Juve, questa è il Cagliari, perché Sau e Ibarbo sono velocissimi. Quindi, non fidatevi ciecamente di Caceres, Bonucci e Chiellini.
I JOLLY: Vucinic e Quagliarella entreranno sicuramente e avranno voglia di buttarla dentro.
———————————————————————————-
ROMA VS GENOA: PROBABILI FORMAZIONI E SEMAFORO DELLA SFIDA

ROMA – Senza Castan e De Rossi, squalificati, Garcìa rispolvera Burdisso e fa debuttare Naingollan. In attacco, Destro potrebbe agire da esterno sinistro a scapito di Ljajic. Florenzi ancora fuori. PROBABILE FORMAZIONE: (4-3-3) – De Sanctis; Maicon, Burdisso, Benatia, Dodò ; Pjanic, Strootman, Naingollan; Gervinho, Totti, Destro . A DISPOSIZIONE: Lobont, Skorupski, Jedvaj, Romagnoli, Torosidis,  Taddei, Marquinho, Florenzi, Caprari,  Ricci. All. Garcìa.
SEMAFORO VERDE: Benatia non dovrebbe avere problemi contro Calaiò. Strootman deve riprendersi dopo la figuraccia contro la Juve. Pjanic ha idee geniali. Naingollan garantisce muscoli. Destro è l’attaccante più in forma.
SEMAFORO ROSSO: Maicon non ha più il turbo ai piedi. Burdisso in campo: voto dal 5 in giù garantito. Dodò è ancora poco intraprendente. Gervinho: diopende da cosa chiedete. Se cercate un attaccante che faccia gol, cercate altrove, altrimenti, se vi accontentate degli assist, lui è l’uomo giusto. Totti ancora rientra in forma.
I JOLLY: Visto quello che (non) stanno facendo Ljajic e Gervinho non si capisce l’ostracismo per Florenzi che, fin quando ha giocato, è stato tra i più positivi della Roma. Anche contro il Genoa potrebbe essere determinante.

GENOA – Senza lo squalificato Gilardino, Gasperini rilancia Calaiò e gli affianca Konate e Fetfatzidis. In difesa, si rivede il trio titolare Antonini-Portanova-Manfredini. PROBABILE FORMAZIONE: (3-4-3) – Perin; Antonini, Portanova, Manfredini; Vrsaljko, Bertolacci, Matuzalem, Antonelli; Fetfatzidis, Calaiò, Konate. A DISPOSIZIONE: Bizzarri, Donnarumma, Marchese, De Maio, Biondini, Cofie, Sampirisi, Stoian, Centurion. All. Gasperini.
SEMAFORO VERDE:  Vrsaljko e Antonelli possono risultare decisivi sulle fasce. Bertolacci: ex da tenere d’occhio.
SEMAFORO ROSSO: Il trio Antonini-Portanova-Manfredini può andare in difficoltà con gli inserimenti dei centrocampisti giallorossi. Matuzalem non ha la forza per contrastare la mediana della Roma. Calaiò è in naftalina da troppo tempo. Fetfatzidis-Konate: per attaccare, attaccano, ma non concludono mai in porta.
I JOLLY: Nessuno. La panchina dei rossoblù non ha alternative credibili per impensierire la Roma.
——————————————————————————–
VERONA VS NAPOLI: PROBABILI FORMAZIONI E SEMAFORO DELLA SFIDA

VERONA –
Mandorlini rilancia Iturbe dal primo minuto e preferisce Juanito a Martinho. Per il resto, conferma della squadra che ha steso l’Udinese. PROBABILE FORMAZIONE: (4-3-3) – Rafael; Cacciatore, Maietta, Moras, Agostini; Romulo, Jorginho, Halfredsson; Iturbe, Toni, Juanito. A DISPOSIZIONE: Nicholas, Albertazzi, Gonzalez,  Rubin, Marques,   Donadel, Sala, Cirigliano, Cacia, Jankovic, Martinho. All. Mandorlini.
SEMAFORO VERDE:  Cacciatore spinge parecchio e metterà in crisi Armero. Romulo-Jorginho-Halfredsson è una mediana di ferro. Toni vive una seconda giovinezza. Iturbe-Juanito sanno come far male.
SEMAFORO ROSSO: Moras-Maietta: è centralmente che il Verona ha problemi. Agostini: se cerrcaste un giocatore da 6 fisso, ecco, se però volete dei bonus, scegliete qualcun altro.
I JOLLY: Martinho ha dimostrato contro l’Udinese di essere in forma e poter dire la sua.

NAPOLI –
Benitez ha perso anche Behrami e ora, ha gli uomini contati. In mediana, quindi, spazio alla coppia Dzemaili-Inler. Sulla trequarti Mertens è in vantaggio su Insigne come esterno sinistro. In panchina Hamsik. PROBABILE FORMAZIONE:  (4-2-3-1) – Rafaerl; Maggio, Albiol, Fernandez, Armero; Inler, Dzemaili; Callejòn, Pandev, Mertens; Higuaìn. A DISPOSIZIONE: Colombo, Uvini, Britos, Reveilliere, Bariti, Radosevic, Hamsik, Insigne, Zapata . All. Benitez.
SEMAFORO VERDE:  Il Verona è una squadra che gioca e lascia giocare, quindi il quartetto Callejòn-Pandev-Mertens-Higuaìn avrà parecchio spazio.
SEMAFORO ROSSO: Per lo stesso motivo, si preannuncia una giornata dura per il quartetto difensivo Maggio-Albiòl-Fernandez-Armero e la coppia in mediana, Dzemaili-Inler.
I JOLLY: Se Benitez decidesse di gettare nella mischia Hamsik, lo slovacco avrebbe tutto per rivelarsi decisivo.
—————————————————————————-
SASSUOLO VS MILAN: PROBABILI FORMAZIONI E SEMAFORO DELLA SFIDA

SASSUOLO – Di Francesco, contro i rossoneri, si gioca la panchina. Il tecnico fa debuttare subito Ariaudo e rilancia Zaza dal primo minuto.  PROBABILE FORMAZIONE:  (3-4-3) – Pegolo; Antei, Ariaudo, Marzorati; Gazzola, Marrone, Magnanelli, Longhi; Berardi, Floro Flores, Zaza. A DISPOSIZIONE: Pomini, Rosati, Pucino, Rossini, Chibsah, Kurtic, Schelotto, Ziegler, Missiroli, Farias. All. Di Francesco.
SEMAFORO VERDE: IL Sassuolo sembra sprofondato in una crisi senza fine, mentre il Milan è in ripresa. La difesa dei rossoneri, però, in trasferta non ha beccato gol solo dal Chievo, quindi un pensierino ad almeno un giocatore del trio Berardi-Zaza-Floro Flores, lo faremmo.
SEMAFORO ROSSO: Il trio Antei-Ariaudo-Marzorati rischia solo di fare danni. A centrocampo, Gazzola-Marrone-Magnanelli-Longhi è un quartetto troppo fragile.
I JOLLY: nessuno. Il Sassuolo ha una rosa di scarsa qualità con alcune individualità che potrebbero fare la differenza, ma che dormono i sonni degli in giusti. Vedi Schelotto e Kurtic, ad esempio.

MILAN –Allegri ha un dubbio in difesa tra Zapata e Bonera, con il secondo favorito. A centrocampo, recupera Montolivo. In avanti, Balotelli torna titolare con Kakà e Robinho in appoggio. I neoacquisti Ramì ec Honda partono dalla panchina. PROBABILE FORMAZIONE: (4-3-2-1)  – Abbiati; De Sciglio, Bonera, Zapata, Emanuelson; Poli, De Jong, Montolivo; Kakà, Robinho; Balotelli. A DISPOSIZIONE: Gabriel, Amelia, Zapata, Ramì, Zaccardo, Cristante, Saponara, Nocerino, Cristante, Honda, Matri, Pazzini. All. Allegri.
SEMAFORO VERDE: De Sciglio ed Emanuelson dovrebbero scorrazzare allegramente sulle fasce. Poli e De Jong non dovrebbero avere problemi. Kakà-Robinho-Balotelli: un gol a testa?
SEMAFORO ROSSO: Bonera-Mexes: il Milan soffre sempre al centro. Montolivo, Mister Nulla.
I JOLLY: Pazzini può imitare Milito che fece una doppietta in pochi minuti al Sassuolo.
———————————————————————————-
SAMPDORIA VS UDINESE: PROBABILI FORMAZIONI E SEMAFORO DELLA SFIDA

SAMPDORIA – Mihajlovic, senza lo squalificato Obiang, dà spazio a REnan in mediana. Nel ruolo di trequartista sinistro, Sansone sembra in vantaggio su Soriano. PROBABILE FORMAZIONE: (4-2-3-1) – Da Costa; De Silvestri, Mustafi, Gastaldello, Costa; Palombo, Renan;  Gabbiadini, Krsticic, Sansone; Eder. A DISPOSIZIONE: Fiorillo, Regini, Rodriguez, Maresca,  Salamon, Eramo, Gavazzi, Wszolek, Bjarnason, Pozzi, Petagna. All. Mihajlovic.
SEMAFORO VERDE: De Silvestri ingaggerà un bel duello con Gabriel Silva. Palombo sta ritrovando fiducia. Sansone e Gabbiadini hanno tecnica e velocità per colpire la difesa friulana. Eder vive una stagione d’oro.
SEMAFORO ROSSO: Mustafi-Gastaldello soffrono parecchio in mezzo. Costa è troppo macchinoso. Renan non dà garanzie. Krsticic è una delusione costante.
I JOLLY: Pozzi potrebbe essere utile a scardinare la difesa friulana. Occhio anche a Soriano.

UDINESE – Guidolin prova a fare uscire i friulani dalla crisi di risultati, tornando al 3-5-1-1 con Pereyra alle spalle di Di Natale. Fuori l’eroe di coppa, Maicosuel.  PROBABILE FORMAZIONE: (3-5-1-1) – Brkic; Heurtaux, Danilo, Domizzi;  Basta, Pinzi, Allan, Lazzari, G.Silva; Pereyra, Di Natale. A DISPOSIZIONE: Kelava, Naldo, Widmer, Douglas,  Badu, Jadson, Zielinski, Maicosuel, Bruno Fernandes, Nico Lopez. All. Guidolin.
SEMAFORO VERDE: Heurtaux è uno dei pochi friulani ad avere un rendimento costante. Basta e Gabriel Silva: bella sfida sulle fasce con gli esterni sampdoriani. Di Natale ha voglia di riscatto. Pereyra è in palla.
SEMAFORO ROSSO: Danilo e Domizzi vivono un momentaccio. Pinzi ha esaurito le energie. Lazzari non dà alcun contributo. Allan non ha la personalità necessaria per dirigere il centrocampo.
I JOLLY: Nico Lopez e Maicosuel in coppa hanno dimostrato di poter fare la differenza.
———————————————————————–
INTER VS CHIEVO: PROBABILI FORMAZIONI E SEMAFORO DELLA SFIDA

INTER – Mazzarri ritrova Campagnaro dopo la squalifica. L’argentino dovrebbe prendere il posto di Ranocchia. A centrocampo fuori Guarin, squalificato, dentro Kovacic. Kuzmanovic interno per l’indisponibile Taider. Milito dovrebbe partire dalla panchina. PROBABILE FORMAZIONE: (3-5-1-1) – Handanovic; Campagnaro, Rolando, Juan Jesus; Jonathan, Kuzmanovic, Cambiasso, Alvarez, Nagatomo; Kovacic; Palacio. A DISPOSIZIONE: Carrizo, Castellazzi, Ranocchia, Samuel, Pereira, Andreolli, Kuzmanovic, Mudingayi, Milito,  Botto. All. Mazzarri.
SEMAFORO VERDE: Cambiasso lotta ancora come un leone. Nagatomo a sinistra può rendersi pericoloso. Palacio difficilmente sbaglia due gare di fila.
SEMAFORO ROSSO: Campagnaro-Rolando-Juan Jesus: la difesa dell’Inter imbarca acqua. Jonathan e Alvarez: il magic moment è finito. Kuzmanovic non apporta qualità alla linea mediana. Kovacic: bluff totale.
I JOLLY: Solo Milito può dare una sterzata alla squadra partendo dalla panchina.

CHIEVO – 
Corini deve rinuciare a Rigoni a centrocampo. Al suo posto dovrebbe giocare Radovanovic. In avanti dubbi su chi affiancherà Thereau ed Estigarribia. Il favorito sembra Sestu. PROBABILE FORMAZIONE: (4-3-3) –  Puggioni; Frey, Dainelli, Cesar, Dramè; Bentivoglio, Radovanovic, Hetemaj; Estigarribia,  Thereau, Sestu. A DISPOSIZIONE: Silvestri, Squizzi, Bernardini, Sardo, Pamic, Improta, Acosty, Pellissier, Ardemagni, Lazarevic, Paloschi.  All. Corini.
SEMAFORO VERDE: Dramè può mandare in tilt Jonathan. Hetemaj non molla di un centimetro. Thereau è candidato a goleador. Sestu l’anno scorso fede ammattire la difesa nerazzurra: e se si ripetesse?
SEMAFORO ROSSO: Frey avrà parecchie difficoltà contro Nagatomo. Dainelli-Cesar: Palacio è un brutto cliente. Radovanovic e Bentivoglio aggiungono poco alla squadra. Estigarribia è in eterno letargo.
I JOLLY: Paloschi: per lui è un derby.