Quarta giornata serie A, altre partite, tabellini e pagelle

Jaroslav Plasil, protagonista delle nostre pagelle
jaroslav Plasil, il migliore del Catania contro il Parma

BOLOGNA-TORINO 1-2
Il Torino espugna il campo del Bologna, ottenendo la prima vittoria della stagione in un match controllato senza difficoltà dalla squadra granata. La formazione di Ventura è stata padrona del campo per tutti i 90 minuti, grazie alla netta superiorità del suo centrocampo. Il Bologna, dal canto suo, ha manifestato pesanti lacune in fase di costruzione della manovra con l’ex Bianchi e Moscardelli che non si sono mai resi pericolosi. L’espulsione di Natali (avvenuta nel tunnel che porta agli spogliatoi) tra il primo e il secondo tempo ha poi ulteriormente complicato il compito di Pioli che, sotto di un uomo e di un gol, non ha trovato le necessarie contromisure per raddrizzare la sfida. Dal canto suo, Ventura, che è stato costretto a rinunciare a Immobile causa di un attacco febbrile, ha fatto leva sul maggior tasso tecnico della sua squadra e sulle invenzioni di Cerci per mettere costantemente sotto pressione la retroguardia emiliana.  LE RETI: Torino in vantaggio al 2’con D’Ambrosio che deposita di testa in rete un pallone smanacciato dal solito, impacciato Curci. Il Bologna pareggia al 29’ quando, sugli sviluppi di un calcio di punizione di Diamanti, Natal, in un’area affollata, trova il colpo vincente dopo bche Padelli gli aveva respinto la sua incornata. Il Torino si riporta in vantaggio al 46’ del primo tempo grazie ad un calcio di rigore di Cerci concesso per un intervento di Della Rocca su El Kaddouri.

TABELLINO E PAGELLE
BOLOGNA (4-3-1-2) – Curci 5.5; Garics 5.5, Natali 5.5; Antonsson 5.5, CEch 5.5; Della Rocca 5 (71’ Perez 5.5), Pazienza 5 (80’ Cristaldo SV), Kone 6; Diamanti 6.5 (IL MIGLIORE); Bianchi 5, Moscardelli 5 (46’ Mantovani 6). A DISPOSIZIONE: Agliardi, Stojanovic, Crespo, Morleo, Sorensen, Laxalt, Acquafresca, Christodoulopoulos, Gimenez. All. Pioli 5.5
TORINO (3-5-2) – Padelli 6; Glik 6.5, Bovo 6.5, Moretti 6; Darmian 6, Brighi 6.5, Vives 6, El Kaddouri 6.5, D’Ambrosio 7; Cerci 7 (IL MIGLIORE), Meggiorini 5 (68’ Farnerud 5.5). A DISPOSIZIONE: Gomis, Berni, Masiello, Maksimovic, Pasquale, Basha, Bellomo. All. Ventura 6.5

Reti: 2’ D’Ambrosio (T), 29’ Natali (B), 46’pt Cerci (T) su rigore
Ammoniti: Diamanti (B), Della Rocca (B), Pazienza (B), Kone (B), Perez (B), Bovo (T), El Kaddouri (T), Farnerud (T),  Padelli (T), Glik (T)
Espulso: Natali ————————————————————————————————
CATANIA-PARMA 0-0

Tra Catania e Parma vince la paura. Brutta gara al “Massimino” tra due squadre prive di idee e spunti interessanti. Meglio il Catania del Parma, in ogni caso. La squadra rossoazzurra, almeno ci prova sui calci da fermo con i suoi difensori e ha l’occasione più nitida della partita che Plasil sciupa al 77’. Il Parma, invece, si limita a subire passivamente. La coppia Amauri-Cassano si conferma non pervenuta e il centrocampo ducale qualitativamente scarso. Il punticino serve a smuovere la classifica, ma non a risolvere i problemi che, a guardare l due squadre oggi, sono ancora parecchi.

TABELLINO E PAGELLE
CATANIA (3-5-2) – Andujar 6; Bellusci 6, Legrottaglie 6.5, Spolli 6.5; Alvarez 6, Plasil 6.5 (IL MIGLIORE), Almiron 6 (64’ Boateng 5.5), Guarente 5.5), Monzon 6; Barrientos 5.5 (87’ Keko SV), Bergessio 6 (34’ Maxi Lopez 5). A disposizione: Frison, Ficara, Capuano, Biraghi, Gyomber, Rolin, Tachtsidis, Freire, Petkovic. All. Maran 6
PARMA (3-5-2) – Mirante 6; Cassani 6, Felipe 6, Lucarelli 6; Biabiany 5 (80’ Riosi SV), Acquah 5.5, Marchionni 6 (IL MIGLIORE); Parolo 5.5 (64’ Obi 5.5), Gobb 6; Cassano 5 (45’ Palladino 5), Amauri 5. A DISPOSIZIONE: Bajza, Pavarini, Benalouane, Mendes, Mesbah, Gargano, Munari, Okaka, Sansone. All. Donadoni 5.5

Ammoniti: Marchionni (P), Felipe (P), Cassani (P).