Seconda giornata serie A, Roma-Verona 3-0, tabellino e pagelle

Miralem Pjanic
Miralem Pjanic, migliore della Roma contro il Verona

Una Roma sempre più convincente schianta nella ripresa un buon Verona che, anche all’Olimpico, ha dimostrato di poter dire la sua in serie A. I giallorossi trovano il primo gol in maniera fortuita, ma legittimano la vittoria con altri due gol di alta scuola e con un gioco molto piacevole. Le reti: al 56’ la Roma va in vantaggio grazie ad un’autorete di Cacciatore che devia in modo maldestro nella sua porta un cross di Maicon. I giallorossi raddoppiano tre minuti dopo con una magia di Pjanic. Il bosniaco, piazzato fuori area sul lato destro dell’area, fa partire un pallonetto che scavalca l’incredulo Rafael e si insacca in rete. Al 66’ Ljajic, da poco entrato, scarica, ancora da fuori area, un destro potente che batte ancora Rafael.

IL TABELLINO
ROMA-VERONA 3-0

ROMA (4-3-3) – De Sanctis; Maicon, Castan, Benatia, Balzaretti; Pjanic (72’ Bradley), De Rossi, Strotman (84’ Taddei); Florenzi (53’ Ljajic), Totti, Gervinho. A DISPOSIZIONE: Lobont; Skorupski, Torosidis, Dodò, Marquinho, Caprari, Borriello. All. Garcìa

VERONA (4-3-3) – Rafael; Romulo, Maietta, Moras, Cacciatore; Jorginho, Donati (64’ Sala), Halfredsson; Jankovic (64’ Juanito), Toni (75’ Cacia), Martinho. A DISPOSIZIONE: Nicolas, Mihaylov, Gonzalez, Bianchetti, Laner, Cirigliano, Longo. All. Mandorlini.
Reti: 56’ Cacciatore (V) autogol, 59’ Pjanic (R), 66’ Ljajic (R)
Ammoniti: Balzaretti (R), Florenzi (R), Jankovic (V), Juanito (V)

PAGELLE

ROMA
DE SANTCIS 6 – Domenica tranquilla che si movimenta solo nel finale con il tiro di Halfredsson che becca la traversa. CALMA PIATTA
MAICON 7 – E’ tornato. Attacca costantemente il fianco sinistro del Verona e favorisce la rete del vantaggio. TURBO.
BENATIA 6.5 – Vince il duello con Toni, mostrando personalità e fisico. COLOSSO.
CASTAN 6 .5 – Istruito da Benatia sbaglia poco e nulla in difesa. ALLIEVO DILIGENTE.
BALZARETTI 5.5 – Gli manca ancora la lucidità dei tempi belli. LENTA RIPRESA.
PJANIC 7.5 (IL MIGLIORE)  – Gol da cineteca e non solo. Garcìa ha rigenerato un giocatore che, potenzialmente, ha colpi da grandissimo. Aveva ragione il tecnico: uno così non lo si può cedere. CHAPEAU. (BRADLEY 6 Entra per Pjanic e si mette a fare legna nel finale. BOSCAIOLO   )
DE ROSSI 7 – Altro giocatore che Garcìa ha saputo ritrovare. Fa bene entrambe le fasi, senza commettere errori. RIGENERATO.
STROTMAN 7 – Gara d’esordio tutta sostanza. Salva un gol e ne sfiora uno. IMPORTANTE. (TADDEI SV)
FLORENZI 6 – Da ala rende di meno, ma si batte comunque, rendendosi utile alla manovra. DISCIPLINATO. (LJAJIC 7 – Esordio con gol, e che gol! Non farà rimpiangere Lamela. ACQUISTO AZZECCATO.)
TOTTI 6.5 – Solite giocate illuminanti anche se, forse è meno propositivo del solito. UOMO SQUADRA.
GERVINHO 5 – Non ci siamo ancora. Impreciso sotto porta e poco dentro la manovra giallorossa. E pensare che doveva essere quello che si sarebbe dovuto inserire più facilmente negli schemi del tecnico…AMICO-NEMICO.
ALL. GARCIA 7 – Fin qui il lavoro che ha fatto è stato eccellente. La sua squadra è attenta dietro e sa far male quando attacca. Finalmente i giallorossi hanno una propria identità. SCULTORE.

VERONA
RAFAEL 6.5 (IL MIGLIORE)  – Evita un passivo molto più pesante con parate spettacolari ed efficaci, soprattutto su Gervinho. TAPPABUCHI.
ROMULO 5 – Il fatto che non riesca a superare mai la metà campo la dice lunga sulla sua prestazione. FRENO A MANO.
MORAS 5 – Regge per un tempo, poi crolla come tutta la squadra. DIGA SALTATA.
MAIETTA 5 – Come Moras prova a difendere il fortino finchè può. CORAGGIOSO.
CACCIATORE 4.5 – A sinistra è a disagio e si vede. Causa un autogol e viene asfaltato da Maicon. INTONTITO.
JORGINHO 5.5 – Prova a giocare la palla, ma si trova di fronte una valanga giallorossa. TRAVOLTO.
DONATI 5 – De Rossi lo martella in continuazione e lui non ci capisce nulla. BERSAGLIATO. (SALA 5 – Prova a spingere un po’, ma entra nel momento peggiore del Verona. LIMITATO.)
HALFREDSSON 6 – Coglie una traversa. Con Rafael è l’unico che non molla fino alla fine. AVANTI, SEMPRE.
JANKOVIC 5 – Stavolta non gli riesce nulla. STOPPATO.
TONI 5.5 – Prova a battersi come suo solito, ma Benatia e Castan non sono svagati come Mexes e Zapata e non gli concedono un centimetro. INGABBIATO. (CACIA 6 – Strootman gli blocca sulla linea il gol del possibile 1-3. SFORTUNATO)
MARTINHO 5 – Come Jankovic rimane bloccato nell’imbuto giallorosso e non riesce a far valere la sua progressione. ASFISSIATO.
ALL.MANDORLINI 5 – Il suo Verona regge un tempo, poi si deve arrendere. I suoi giocatori lasciano troppa libertà di tiro ai giallorossi che, balisticamente hanno pochi rivali, e vengono puniti. TATTICA SBAGLIATA.