Undicesima giornata serie A, Milan-Fiorentina 0-2, tabellino e pagelle

Borja Valero, autore del secondo gol della Fiorentina al Milan
Borja Valero, autore del secondo gol della Fiorentina al Milan

Il Milan si liquefà contro la Fiorentina, perdendo la quinta gara in campionato, la seconda casalinga. I rossoneri perdono tutti i duelli chiave, rinunciando a giocare e mostrando limiti in ogni zona del campo. La Fiorentina, ben disposta da Montella, pur non spingendo particolarmente, ha fatto valere la sua migliore organizzazione tattica, mettendo in luce anche il giovane talento Matos. Per Allegri la situazione si fa critica. La zona champions dista 16 punti e i gol incassati sono 19. La squadra manca di personalità, soprattutto in alcuni uomini chiave come Balotelli e Montolivo. La panchina del tecnico milanista scricchiola sempre più. Tutto il contrario invece di Montella che, senza Pizarro e Cuadrado (oltre al lungodegente Gomez) ha presentato una squadra dove chiunque sa cosa fare, mostrando, ancora una volta, come l’organizzazione valga più dei singoli. LE RETI: al 27’ Vargas tira una punizione. Il pallone sbatte su Muntari e carambola in rete. Al 73’ su un cross di Joaquìn, Gabriel smanaccia proprio sulla testa di Borja Valero che insacca.

IL TABELLINO
MILAN-FIORENTINA: 0-2

MILAN: (4-3-3) – (Gabriel; Abate, Zapata, Zaccardo, Costant; Monmtolivo, De Jong, Muntari (69’ Saponara); Birsa (57’ Niang), Balotelli, Kakà. A DISPOSIZIONE: Amelia, Abbiati, Vergara, Emanuelson, Cristante, Poli, Matri, Robinho. All. Allegri.
FIORENTINA: (4-3-1-2) – Neto; Tomovic, Gon.Rodriguez, Savic, Pasqual; Aquilani, Ambrosini (34’ Vecino), Vargas; Borja Valero; Rossi, Matos. A DISPOSIZIONE: Lupatelli, Munùa, Alonso, Roncaglia, Compper, Wolski, Rebic, Yakovenko. All. Montella.
Reti: 27’ Vargas , 73’ Borja Valero
Ammoniti: Balotelli (M), Aquilani (F), Matos (F)

LE PAGELLE

MILAN
GABRIEL 5 – Dopo alcune prove convincenti crolla rovinosamente. Colpevole sul gol del 2-0 di Borja Valero. AFFOSSATO.
ABATE 5 – Ci mette volontà, ma proprio non decolla. FERMO IN PISTA.
ZAPATA 5 – La Fiorentina non preme molto sull’acceleratore, ma, ogni volta che alza un po’ il ritmo, lui va in bambola. IMPANICATO.
ZACCARDO 5 – Anche lui risulta in grossa difficoltà. ANSIOSO.
COSTANT 5 – Ancora titolare, non si discosta dalle altre prove insufficienti disputate fin qui. COERENTE.
MONTOLIVO 4 – Un capitano dovrebbe prendere per mano la squadra nei momenti di difficoltà, invece è il primo a mollare. INADEGUATO.
DE JONG 6 – Come sempre, se non ci fosse lui, il Milan farebbe bene a non scendere neanche in campo. SALVAGENTE.
MUNTARI 5 – Continua a essere preferito a Poli e a combinare disastri. Causa la punizione da cui nasce il gol e devia il tiro di Vargas. LA FIORENTINA RINGRAZIA. (SAPONARA 5 – Non lo si può buttare in campo, dopo mesi d’inattività, in una gara di questo tipo, sperando chissà cosa, perché con questa squadra, chiunque andrebbe in difficoltà. SACRIFICIO VANO).
BIRSA 5 – Chiaramente non c e la fa più, dato che ha giocato più in questo inizio di stagione che nei due precedenti campionati in Italia. BOLLITO. (NIANG 5 – Con lui in campo, Allegri si dichiara praticamente sconfitto. In due anni di Milan forse avrà beccato la porta 5 volte. BANDIERA BIANCA.)
BALOTELLI 4 – Altra grande partita ad altissimo tasso d’isteria. Al mondiale avremo più possibilità con Pavoletti che con lui.  SE QUESTO E’ UN FUORICLASSE…
KAKA’ 6 (IL MIGLIORE) – La volontà ce la mette, la grinta pure, ma con questa squadra…POVERINO.
ALL.ALLEGRI 3 – Ok gli infortuni, ma continua a mettere in campo formazioni senza né capo, né coda. Poli e Matri in panca per due zombie come Muntari e Balotelli (e poi Niang), un 4-3-3 con due giocatori, Kakà e Birsa, che tutto sono fuorchè ali…Ormai è in bambola totale. BUSSOLA PERSA.

FIORENTINA
NETO SV – Il Milan non lo impensierisce mai. THE CALDO IN ANTICIPO.
TOMOVIC 6.5 – Se la cava alla grande vista la pochezza degli avversari.  IN SCIOLTEZZA.
GON.RODRIGUEZ 6.5 – Il suo ritorno in difesa, ridà compattezza al reparto. RECUPERO FONDAMENTALE.
SAVIC 6.5 – Con Rodriguez al fianco acquista maggior  sicurezza. FEDELE ALLIEVO.
PASQUAL 6 – Non rischia nulla, però spinge meno di quanto ci si aspetti. SERATA DI RELAX.
AQUILANI 5.5 – Continua a giochicchiare, senza riuscire a esprimere le sue qualità. COSA GLI SUCCEDE?
AMBROSINI 6 – Ci teneva tantissimo a giocare contro il Milan, ma si deve arrendere, passata la mezz’ora ad un malanno muscolare. SFORTUNA NERA.  (VECINO 6.5 – Altro giovane di grande talento, se la cava benissimo nel ruolo di mezz’ala. SENZA PAURA.)
VARGAS 6.5 – Pienamente recuperato alla causa, segna il suo secondo gol in campionato con l’aiuto di Muntari. ARMA IN PIU’.
BORJA VALERO 6.5 – Su tre gol in Italia, due li ha segnati al Milan. Al gol aggiunge la solita prestazione di sostanza, anche se con meno qualità del solito. VITTIMA PREFERITA.
MATOS 7  (IL MIGLIORE) – Sorpresona di Montella, se la cava benissimo nel ruolo di vice Cuadrado, spaccando in due il Milan con accelerazioni brucianti. FUTURA STELLA. ( OLIVERA SV)
ROSSI 6 – Questa volta non incide sotto porta, ma dà comunque una mano nella costruzione dell’azione. COMUNQUE IN PARTITA.   (JOAQUIN 6 – E’ lui a produrre il cross, smanacciato malamente da Gabriel sulla testa di Borja Valero. PROTAGONISTA DELLA VITTORIA.)
ALL. MONTELLA 7 – Azzecca tutto, da Matos fino a Joaquìn e coglie la seconda vittoria in due anni a San Siro contro il Milan. CAMALEONTE.