Undicesima giornata serie A, Torino-Roma 1-1, tabellino e pagelle

Alessio Cerci, il migliore in campo contro la Roma
Alessio Cerci, il migliore in campo contro la Roma

La Roma dei record si ferma a Torino. Contro i granata, un gol di Cerci pone fine all’imbattibilità di De Sanctis e ferma i giallorossi sul pari dopo dieci vittorie consecutive. La Roma è apparsa stanca e meno “vorace” del solito, contro un Torino che si è giocato la gara a viso aperto, mostrando dei buoni automatismi. I giallorossi rimangono comunque in testa alla classifica, anche se i punti di vantaggio su Juve e Napoli scendono a tre. Per il Torino, questo pareggio è un’inierzione di fiducia importante per il proseguo del campionato. LE RETI: Roma in vantaggio al 28’ con Strootman che sfrutta un passaggio centrale di Pjanic per battere Padelli con un piatto destro. Al 63’ Meggiorini vince un contrasto con Benatia, e, dal fondo, mette la palla al centro per Cerci che insacca il gol del pari, interrompendo a 744’ l’imbattibilità di De Sanctis.

IL TABELLINO
TORINO-ROMA. 1-1

TORINO: (4-4-2) – Padelli; Darmian, Glik, Moretti, D’Ambrosio; Cerci (90’ Maksimovic), Basha, Gazzi, El Kaddouri (75’ Bellomo); Barreto (57’Immobile), Meggiorini. A DISPOSIZIONE: Berni, Gomis, Bovo, Pasquale, Masiello, Brighi. All. Ventura.
ROMA: (4-3-3) – De Sanctis; Maicon, Benatia (73’ Marquinho), Burdisso, Balzaretti; Bradley, De Rossi, Strootman; Florenzi (88’ Dodò), Borriello (59’ Ljajic), Pjanic. A DISPOSIZIONE: Lobont, Skorupski, Torosidis, Jedvaj, Romagnoli, Taddei, Ricci, Caprari, Di Mariano. All. Garcìa.
Reti: 28’ Strootman ®, 63’ Cerci (T)
Ammoniti: D’Ambrosio (T), Basha (T), Benatia (R), Bradley (R), Maicon (R)

TORINO
PADELLI 6 – Questa Roma è meno pericolosa di quelle che siamo stati abituati a vedere da inizio stagione. Sul gol di Strootman non può nulla. FORTUNELLO.
DARMIAN 6 – Se la cava senza errori. STUDENTE MODELLO.
GLIK 6.5 – Il capitano  guida i suoi con autorevolezza. COMANDANTE.
MORETTI 6 – Schierato centrale in una difesa a quattro, ruolo per lui inusuale, usa il mestiere per uscire fuori da alcune situazioni difficili.. ESPERTO.
D’AMBROSIO 6 –  Agisce sulla fascia di Maicon e non soffre molto. ESAME SUPERATO.
CERCI 7 (IL MIGLIORE) – Ferma l’imbattibilità di De Sanctis a 744’ e costringe la Roma a perdere i primi punti in stagione. ROVINA RECORD. (MAKSIMOVIC SV)
BASHA 6.5 –  Dura vita da mediano. Deve agire di ramazza contro il centrocampo romanista. SPAZZACAMINO.
GAZZI 6.5 – Stesso compito di Basha, stessa fatica. COMPAGNO DI LAVORO.
EL KADDOURI 5.5 – Schierato ala, fa una fatica del diavolo a ricoprire quel ruolo. AFFANNO COSTANTE. (BELLOMO 6  – Al posto di El Kaddouri, si dimostra più vivace. VOLENTEROSO.)
MEGGIORINI 6 – Sembra il solito inconcludente, ma alla fine, serve a Cerci la palla che abbatte i record della Roma. LAMPO NEL BUIO.
BARRETO 5 – Ancora non ci siamo. Non riesce a incidere come dovrebbe. FUMOSO. (IMMOBILE 6 – Dentro per Barreto si dimostra più pericoloso del compagno e più utile alla squadra. CAMBIO AZZECCATO.)
ALL. VENTURA 7 – Presenta una formazione che se la gioca ed effettua i correttivi giusti, quando la situazione sembra compromessa. CONOSCITORE DI CALCIO.

ROMA
DE SANCTIS 6.5 – Fa alcune parate importanti, ma vede interrotto la sua imbattibilità sul più bello. AMARO IN BOCCA.
MAICON 6 – D’Ambrosio ne limita le scorribande, anche se lui, qualche accelerazione come ai bei tempi la fa lo stesso. DURO A MOLLARE.
BENATIA  6 – Nervoso e stranamente impreciso, esce comunque vittorioso da quasi tutti i duelli. CINGHIALE. (MARQUINHO 5 – Dentro per l’assalto finale, non ha mai l’occasione di farsi notare. SOMMERSO.)
BURDISSO 5 – Era ovvio che il record della Roma dovesse cadere con lui in campo. La squadra conosce bene le sue incertezze (eufemismo) ve l’assetto difensivo ne risente. E domenica si replica…SCIAGURA PERENNE.
BALZARETTI 5 – Aveva contro Cerci e non era facile riuscire a contenerlo. Infatti non ci riesce. DESTINO GIA’ SCRITTO.
BRADLEY 6 – In mediana a far legna. BOSCAIOLO.
DE ROSSI 6 –  E’ da un paio di partite che gioca sottotono, senza alzare il ritmo. AFFANNATO.
STROOTMAN 7 (IL MIGLIORE) – Il più lucido della mediana e non solo per il gol, ma anche per il lavoro sporco che fa. DECISIVO.
FLORENZI 5 – Meno incisivo del solito, specie negli inserimenti. POCO FRIZZANTE. (DODO’ SV)
BORRIELLO 5 – Fa tanto lavoro sporco e, di conseguenza, arriva poco lucido in fase offensiva. SPOMPATO. (LJAJIC 6 –  Parte ancora dalla panchina, ma dimostra di esserci quando viene chiamato in causa. RABBIA IN CORPO.)
PJANIC 7 – Schierato ala, innesca il gol di Strootman e svaria per tutto il campo con autorevolezza. LEADER.
ALL. GARCIA 6 – La sua Roma gioca come sempre, ma appare meno solida del solito, forse per via delle tre partite in una settimana. E lui è un po’ troppo nervoso. PICCOLO PASSO FALSO.