Catania-Verona 0-0, tabellino e pagelle

Rafael Bittencourt, il migliore
Rafael Bittencourt, il migliore contro il Catania

Il Catania esce dal campo con l’amaro in bocca dal “Massimino” dopo lo scontro interno con il Verona. Gli uomini di De Canio hanno dominato la partita, ma sono stati fermati da un ottimo Rafael, protagonista assoluto tra gli scaligeri. I vari Castro, Leto, Izco e Barrientos hanno tutti sbattuto contro il muro eretto dal portiere brasiliano che ha salvato il Verona da una sconfitta meritata. Gli scaligeri hanno dato vita ad una prova scialba e priva d’intensità, non in linea con quanto fatto vedere in questa prima parte di stagione. Il Catania, dal canto suo, ha provato fino all’ultimo a portare a casa i tre punti, senza successo. La squadra etnea, però, si è mostrato viva e battagliera. L’impressione è che, una volta recuperati i suoi effettivi, il Catania possa tornare competitivo e lottare per togliersi dalle sabbie mobili in cui si è ficcato in questo inizio di stagione. Il Verona, invece, nonostante una brutta partita, riesce a incamerare un altro punto che gli permette di continuare il suo percorso nelle zone nobili della serie A.

TABELLINO E PAGELLE
CATANIA-VERONA: 0-0

CATANIA: (4-3-3) – Frison 6; Peruzzi 6 (88′ Monzon SV), Legrottaglie 6, Spolli 6, Alvarez 6; Plasil 6, Izco 6.5 (IL MIGLIORE), Guarente 5,5; Castro 6,5, Leto 5.5 (74′ Bergessio 5.5), Barrientos 6 (83′ Keko sv). A disp. Andujar, Ficara, Rolin, Tachtsidis, Freire, Boateng, Gyomber, Gallardo, Petkovic, Capuano. All. De Canio. 6
VERONA:  (4-3-3) – Rafael 7 (IL MIGLIORE); Cacciatore 5.5, Moras 6 (77′ Marques SV), Maietta 6.5, Agostini 5.5; Romulo 5.5, Donati 5.5 (83′ Laner SV), Hallfredsson 6; Gomez Taleb 5 (68′ Donadel 5), Toni 5, Iturbe 5. A disp. Mihaylov, Nicolas, Albertazzi, Laner, Martinho, Longo, Cacia, Bianchetti, Rubin, Marques, Sala. All.: Mandorlini. 5.5
Ammoniti: Izco (C), Spolli (C), Toni (V)