Guida alla serie A…Bologna

Donadoni, tecnico del Bologna
Donadoni, tecnico del Bologna

Il Bologna di Donadoni riparte tra mille dubbi e poche certezze. Con un mercato ancora incompleto la squadra sembra poter fare molta fatica a centrare la salvezza.

LA SQUADRA – Donadoni dovrebbe schierare la squadra con 4-2-3-1 in grado di tramutarsi in 4-3-3. Davanti a Mirante, agiranno Krafth-Gastaldello-Maietta-Masina. A centrocampo, i due volanti saranno Nagy e Donsah, mentre, sulla trequarti Di Francesco, Verdi e Krejcl agiranno alle spalle di Destro. Le alternative sono Ferrari per il ruolo di terzino destro, Oikonomou in quello di centrale e il duo Taider-Pulgar come ricambio dei due volanti. In avanti, ci sono Brienza, Rizzo, Mounier e Floccari.

GIOCATORI DA PRENDERE – Poche le certezze. Masina ha dimostrato lo scorso anno di avere qualità e può ripetersi. Gastaldello, alla fine dei conti, il suo lo fa sempre.  Intrigano Verdi e Di Francesco, due giocatori che, se riusciranno a sfruttare le chanches concesse loro da Donadoni, potrebbero fare molto bene. Questa potrebbe essere la stagione della consacrazione di Donsah.

GIOCATORI DA EVITARE – Mirante è un buon portiere, ma è la squadra che gli sta intorno che non convince. In questo momento, prevediamo possa incassare dai 50 gol in su. Krafth è ancora un oggetto misterioso. Un rischio puntarci fin quando non avrà raggiunto una certa continuità. Maietta sembra non dare più le sicurezze di un tempo. Ferrari potrebbe giocare, ma ha un pessimo rendimento.
Pulgar non ha convinto lo scorso anno, giocando pochissimo. Quest’anno sarà la strssa storia, salvo sorpresone.
Capitolo Destro. non ci siamo. Ancora troppi infortuni, troppi cartellini e pochi gol. Puntarci è un rischio enorme. Floccari non è un giocatore che ti fa svoltare.
.
ALTRI GIOCATORI: LE SORPRESE – Potrebbe essere Krejcl. Il ceko ha corsa, tecnica e fiuto del gol, oltre ad esperienza internazionale. Queste doti lo rendono uno dei giocatori più interessanti della prossima serie A.

ALTRI GIOCATORI: LE INCOGNITE – E’ un Bologna pieno zeppo di punti interrogativi. La prima è Nagy. L’ungherese deve prendere il posto di Diawara, ma, oggettivamente, non ha impressionato in preparazione. L’impressione è che sia lento sia di gambe che di testa.  Altra incognita è Mounier: lo scorso anno era partito fortissimo, ma si è “bruciato” velocemente. Quest’anno parte dalle retrovie. Discorso simile per Oikonomou: tecnicamente è il miglior difensore del Bologna, ma non sembra godere della fiducia di Donadoni.
Riuscirà a riprendersi? Capitoli Brienza e Rizzo: partono dalle retrovie con buone possibilità di rimanerci. Lo stesso dicasi di Ferrari.

Probabile formazione

 

 

RIGORISTA: Destro
ASSISTMAN: Verdi
GOLEADOR: Destro
LA RIVELAZIONE: Krejcl
LA DELUSIONE: Nagy