Guida alla serie A…Cagliari

Rastelli, allenatore del Cagliari
Rastelli, allenatore del Cagliari

Il Cagliari si riaffaccia alla serie A dopo un anno di purgatorio in serie B. A Rastelli il compito di guidare un mix di giovani ed esperti alla salvezza.

LA SQUADRA – Il modulo di riferimento del Cagliari di Rastelli sarà il solito 4-3-1-2. La squadra è alla ricerca di un terzino destro. Se non arrivasse, il ruolo sarà ricoperto da Padoin che agirà con Bruno Alves, Ceppitelli e Murru davanti a Storari. A centrocampo, sicuri del posto sono Di Gennaro e Ionita. L’altro se lo giocano Dessena, Deiola, Barella e Pajac. Sempre che, come detto, il Cagliari non peschi un terzino destro. Come trequartista agirà Joao Pedro sarà il titolare, anche se, in qualche scontro diretto, potrebbe partire come interno. In avanti l’ingaggio di Borriello crea una rivalità con Sau. Sicuro del posto, Farias. In attacco ci sono altri due giocatori: Giannetti e Melchiorri. In questo momento sembrano destinati ad un ruolo marginale. Altre riserve, ma con possibilità di giocare, sono Pisacane, Salamon, Capuano e Krajnc. Munari sembra destinato ad una serie minore.

GIOCATORI DA PRENDERE – Due nomi su tutti: Joao Pedro e Farias. La coppia brasiliana può regalare parecchie soddisfazioni. Ceppitelli come rimpiazzo in difesa può andare. Di Gennaro può essere un buon investimento a basso costo per la mediana. Qualche dubbio su Ionita, però, potrebbe regalare dei bonus in più rispetto al solito. Per Padoin dipende da cosa cercate: se vi serve un giocatore dal 6 certo, ok. Altrimenti guardate altrove. Salamon può essere una scommessa: Bruno Alves non è quel fenomeno per cui vogliono farlo passare. Altra scommessa può essere Deiola: il ragazzo ha personalità e le sue gare le giocherà.

GIOCATORI DA EVITARE –  Storari è un rischio, perchè non ha un accoppiamento “rafforzante” (ovvero un portiere buono con cui abbinarlo) e rischia di subire molti gol. Diffidate di Bruno Alves: molti infortuni e tanti cartellini gialli.  Murru non ha fatto il salto di qualità: troppe insufficienze. Pisacane, Krajnc e Capuano sembrano destinati al ruolo di “tappabuchi”. A centrocampo, Barella e Dessena sembrano destinati a ruoli marginali. In avanti out Sau: negli ultimi tre anni 23 gol, molti infortuni. E ora c’è anche Borriello a fargli da concorrente.

ALTRI GIOCATORI: LE SORPRESE – Intriga Pajac. L’anagramma del suo nome è “Pjaca”, ma rispetto allo juventino, è molto meno pubblicizzato.  E’, però, un giocatore interessante. Può giocare interno o trequartista e ha doti balistiche interessante. Da prendere a basso costo.  

ALTRI GIOCATORI: LE INCOGNITE – Le incognite maggiori sono in attacco. Borriello non gioca una stagione intera con una squadra da quattro anni. Melchiorri e Giannetti hanno qualità, perchè costruiscono e finalizzano. La domanda è: quanto giocheranno?

Probabile formazione

 

RIGORISTA: Joao Pedro/Farias
ASSISTMAN: Joao Pedro/Farias
GOLEADOR: Farias
LA RIVELAZIONE: Pajac
LA DELUSIONE: Sau