Guida all’Europeo: Gruppo D – Turchia

Turchi
Turchia

La Turchia arriva in Francia come squadra cuscinetto. Sono passati otto anni dalla semifinale persa con la Germania, ma sembra un secolo. Alla guida della squadra, come allora c’è l’imbolsito “Imperatore” Fatih Terim, il cui calcio scolastico è ormai passato di moda. La rosa, poi, è di bassa qualità e senza fenomeni. Riuscire a superare i gironi sarà un miracolo.

GIOCATORI DA SCHIERARE – Hakan Calanoglou, trequartista del Bayer Leverkusen. Vero numero 10 unisce visione di gioco e senso del gol. Interessante anche Oguzhan Ozyakup. Il ventitreenne del Besiktas, ex Arsenal, ha giocato una grande stagione con 9 reti in campionato in 31 gare. In una squadra tecnicamente non eccelsa può essere una carta importante.

DA EVITARE – Arda Turan e Burak Yilmaz sono sue pezzi di storia della Turchia per quello che hanno fatto. Entrambi, però, vengono da stagioni balorde. Il giocatore del Barcellona è stato in naftalina sei mesi per il blocco del mercato blaugrana e, da gennaio in poi, ha giocato solo 814 minuti in Liga, il centravanti ha lasciato a gennaio il Galatasaray per prepensionarsi in Cina.
Puntare su di loro è un rischio.
A questi vanno aggiunti difensori non eccelsi, in primis Caner Erkin, che, il prossimo anno, si candida ad essere l’ennesimo flop mancino dell’Inter del post Roberto Carlos. Giocatore del tutto incapace nella fase difensiva e in perenne crisi se attaccato, rischia di aprire una voragine sulla fascia mancina. Aggiungiamoci pure le amnesie di Topal (mediano prestato alla difesa) e Balta e il quadro è tutt’altro che roseo.
C’è inoltre, il caso Sahin. L’ex fenomeno del Borussia Dortmund, a causa dei numerosi infortuni, ormai gioca a mezzo servizio tanto che ha chiuso la stagione appena concluso con la miseria di 505 minuri in Bundesliga.

LA SORPRESA – Emre Mor è da poco passato al Borussia Dortmund. Il nuovo fenomeno del calcio turco era finito a giocare nella fredda Norvegia con il Nordsjaelland. Qui, in questa stagione, ha debuttato tra i grandi segnando anche due reti. Vista la pochezza che lo circonda potrebbe essere una carta da sfruttare per Terim.

ROSA E PROBABILE FORMAZIONE
Portieri: Volkan Babacan, Onur Kıvrak, Harun Tekin.
Difensori: Gökhan Gönül, Şener Özbayraktar, Caner Erkin, İsmail Köybaşı, Semih Kaya, Ahmet Çalık, Hakan Balta, Mehmet Topal.
Centrocampisti: Emre Mor, Nuri Şahin, Selçuk Inan, Ozan Tufan, Oğuzhan Özyakup, Volkan Sen, Arda Turan, Olcay Sahan, Hakan Calhanoglu.
Attaccanti: Burak Yilmaz, Yunus Malli, Cenk Tosun.