Guida all’Europeo: Gruppo F – Ungheria

Ungheria
Ungheria

L’Ungheria ha approfittato della debacle della Grecia per presentarsi a questi Europei. Ciononostante, la squadra non ha molte chanche di giocare più delle tre gare in programma nel suo girone. Mancano individualità ed equilibrio tra i reparti.

GIOCATORI DA PRENDERE – Un solo nome: Balazs Dzsudszak. L’esterno del Bursaspor ha esperienza e le qualità per essere l’uomo in più dei suoi. L’investimento, però, potrebbe non pagare, viste le difficoltà tecniche della rosa e gli avversari.

GIOCATORI DA EVITARE – La difesa in primis. L’Ungheria rischia di essere il vaso di coccio non del girone, ma addirittura del torneo. Ci dispiace per Kiraly, ma rischia di raccogliere parecchi palloni in porta. Come detto, anche gli altri ruoli non sono ben coperti.

LA SORPRESA  – Nikolic ha segnato 28 reti in 37 gare con il Legia Varsavia. Visto che gli altri ungheresi non danno grosse certezze, se vi manca un posto in attacco, potreste anche pensare a lui.

 

ROSA E PROBABILE FORMAZIONE
PORTIERI: Kiraly, Dibusz, Gulacsi
DIFENSORI: Bese, Fiola, Guzmics, Juhasz, Kadar, Korhut, Lang
CENTROCAMPISTI: Elek, Gera, Kleinheisler, Lovrencsics, Nagy, Pinter, Stieber
ATTACCANTI: Bode, Dzsudzak, Nemeth, Nikolic, Priskin, Szalai