Guida alla serie A…Milan 2018/2019: i top e i flop della stagione

Guida alla serie A...Milan
Guida alla serie A…Milan

La Rosa

PORTIERI – Donnarumma G., Donnarumma A., Reina, Gabriel, Pilzzari
DIFENSORI – Romagnoli Caldara, Musacchio, Zapata, Rodriguez, Strinic, Abate, Conti, Calabria
CENTROCAMPISTI – Biglia, Bakayoko, Montolivo, Kessiè, Bonaventura, Bertolacci, Laxalt, Kessiè, Mauri, Halilovic, Calhanoglou, Castillejo
ATTACCANTI – Higuain, Cutrone, Suso, Borini

MASSIMO E MINIMO
RIGORISTA: Higuain
INSERIMENTI: Bonaventura, Kessiè
TOP: Higuain, Calhanoglou, Bonaventura, Suso
SORPRESA: Castillejo
DELUSIONE: Donnarumma, Caldara
IN BILICO: Biglia, Cutrone, Conti, Rodriguez

FORMAZIONE BASE
Donnarumma G; Calabria, Caldara, Romagnoli, Rodriguez; Kessiè, Bakayoko, Bonaventura; Suso, Higuain, Calhanoglou

IL TECNICO
Gennaro Gattuso è l’esempio lampante di come il calcio italiano si sia tatticamente involuto in questi ultimi anni. Il doppio raccomandato (perchè, se non fosse stato un ex grande giocatore del Milan non avrebbe ottenuto nè il patentino da allenatore, nè la panchina rossonera) già lo scorso anno hha fatto figure barbine in Italia ed Europa. Con lui, il Milan è candidato a non andare oltre il sesto posto. E’ uno dei candidati più seri al’esonero in questa stagione.

Il semaforo dei giocatori

Donnarumma G (Rosso): portiere imbarazzante sui tiri da fuori e nelle uscite e reduce da una stagione orrida. C’è il serio rischio che sia superato da Reina nelle gerarchie. Il Milan lo voleva vendere, ma non ha trovato pirla che hanno abboccato al bluff.

Reina (Giallo): ha avuto concorrenza peggiore di Donnarumma. Occhio perchè può prendersi la titolarità a stretto giro.

Romagnoli (Giallo):il nuovo capitano non ha ancora la maturità per guidare l difesa e lo si è visto anche lo scorso anno quando giocava con Bonucci. Con Caldara è una coppia che promette, ma tra promettere e mantere c’è un abisso.

Caldara (Giallo): cessione troppo frettolosa della Juventus? Potenzialmente è forte, ma l’unica volta che ha giocato a 4 dietro, a Cesena in B, ha fatto fatica. Tutto da verificare con Romagnoli.

Conti (Giallo): Calabria ha fatto più che bene lo scorso anno e lui deve ancora riprendersi dal doppio infortunio. Meglio ripassare a gennaio.

Calabria (Verde): ha mostrato personalità lo scorso anno. Può ulteriormente crescere.

Abate (Rosso): ormai quasi ai margini.

Zapata (Giallo): qualche gara la farà, ma ha sempre gli stessi limiti.

Musacchio (Rosso): ha fallito lo scorso anno. Difficile che risalga la china.

Rodriguez (Giallo): troppo timido in fase offensiva e ingenuo in quella difensiva. Laxalt rischia di soffiargli il posto.

Strinic (Rosso): non sembra in grado di ambire ad un posto da titolare.

Biglia (Rosso): la scorsa stagione è stata disastrosa. L’arrivo di Bakayoko lo relega al ruolo di riserva.

Montolivo (Rosso): cessione, risoluzione del contratto o spettatore. In ogni caso non conviene.

Bonaventura (Verde): gira e rigira, Jack c’è sempre. Il più affidabile a centrocampo.

Laxalt (Giallo): Gattuso potrebbe utilizzarlo come terzino e questo fa sorgere qualche dubbio. Rimane però un giocatore che dà tutto.

Halilovic (Rosso): già a inizio stagione in questo Milan centrava poco, con gli altri arrivi estivi è difficile immaginare un suo ruolo da protagonista.

Kessiè (Giallo): il ruolo di interno non gli va molto a genio. Deve crescere in inserimenti se vuole diventare un top.

Bertolacci (Rosso): Gattuso lo ha voluto trattenere come rincalzo, ma in questo Milan ci sta come lo zucchero sulla pasta.

Mauri (Rosso): ai margini del progetto.

Castillejo (Sorpresa): giocatore che ha dribbling e tiro. In un’evoluzione del 4-3-3 in 4-2-3-1 potrebbe essere un valore aggiunto. Da monitorare.

Calhanoglou (Verde): lo scorso anno ci ha messo un po’ a carburare ma poi è esploso. Se trova continuità può arrivare a 8-10 reti.

Suso (Verde): anche lui può crescere a livello di realizzazioni perchè ha numeri da far impazzire.

Higuain (Verde): con il Milan ritrova la centralità perduta alla Juve. I 20-25 gol sono alla sua portata.

Cutrone (Giallo): con Higuain perde un bel po’ di gettoni da titolare. Da prendere solo in coppia con l’argentino.

Borini (Rosso): al Milan fa tutto tranne l’attaccante.

ALTRI: Donnarumma A, Plizzari, Gabriel