Guida alla serie A…Parma 2018/2019: i top e i flop della stagione

Guida alla serie A...Parma 2018/2019
Guida alla serie A…Parma 2018/2019

La Rosa

PORTIERI – Sepe, Frattali
DIFENSORI – Bastoni, Gagliolo, Alves, Sierralta, Di Cesare, Dimarco, Scaglia, Gobbi, Iacoponi, Gazzola
CENTROCAMPISTI –  Stulac, Vacca, Grassi, Dezi, Rigoni L., Scavone, Barillà, Scozzarella, Carriero, Munari, Ciciretti
ATTACCANTI – Di Gaudio, Da Cruz, Ceravolo, Inglese, Calaiò, Biabiany, Galano, Siligardi

MASSIMO E MINIMO
RIGORISTA: Inglese
INSERIMENTI: Stulac
TOP: Inglese, Ciciretti
SORPRESA: Stulac, Dimarco
DELUSIONE: Alves, Biabiany
IN BILICO: Dezi, Siligardi

FORMAZIONE BASE
4-3-3 Sepe; Iacoponi, Gagliolo, Alves, Dimarco; Grassi, Stulac, Rigoni; Galano, Inglese, Ciciretti.

IL TECNICO
Roberto D’Aversa è tecnico che non entusiasma il pubblico parmense, ma che, in due anni, ha centrato due promozioni di fila. Ora deve riuscire a salvare una squadra che ha messo esperienza in rosa, ma non ha qualità eccezionali. E’ uno dei tecnici in bilico in questa stagione, anche se la società gli ha sempre dimostrato fiducia anche nei momenti critici.

Il semaforo dei giocatori

Sepe (Rosso): sconsigliato perchè non è un portiere che dà grande sicurezza e perchè la difesa emiliana rischia di essere tra le più perforate della A.

Frattali (Rosso): riserva di Sepe che non ha l doti per strappargli il posto.

Iacoponi (Rosso): si è diviso tra central ed esterno lo scorso anno. Non sembra in grado di reggere la serie A.

Alves (Rosso): disastroso a Cagliari due anni fa. Ora è anche più vecchio, quindi…

Gagliolo (Giallo): può convenire più che altro per i bonus da fermo, ma solo come ottavo centrale.

Bastoni (Rosso): infortunio a parte, non sembra in grado di aspirare ad un ruolo da titolare.

Sierralta (Rosso): niente di eccezionale in B. Non sembra in grado di reggere la serie A.

Dimarco (Sorpresa): a Empoli due anni fa non ebbe spazio. Ci riprova ora a Parma. Occhio, perchè ha un piede niente male.

Gobbi (Rosso): sembra aver fatto ormai il suo tempo.

Gazzola (Rosso): altro giocatore che non sembra in grado di giocare in serie A.

Scaglia (Rosso): riserva in B, stesso destino in A.

Di Cesare (Rosso): l’arrivo di Alves lo fa sprofondare tra le riserve. Lui non dà più certezze del portoghese, quindi…

Stulac (Sorpresa): ha entusiasmato in B.  In A può arrivare la consacrazione. Tenetelo d’occhio perchè ha un piede niente male.

Rigoni L. (Giallo): da capire se giocherà sempre o meno. Rimane uno con il senso d’inserimento nel sangue.

Vacca (Rosso): era scarso in Lega Pro e in B. Non si vede perchè dovrebbe stare in A.

Grassi (Verde): a Ferrara lo scorso anno ha fatto bene. A Parma arriva per un ulteriore salto di qualità.

Dezi (Giallo): da capire che ruolo avrà in questo Parma. Ha ancor troppe pause nell’arco della stagione. Tutto sta nel vedere se le mette da parte e riesce a giocare comesa.

Barillà (Rosso): con tutta la concorrenza in mezzo, è difficile che riesca a mantenere la titolarità.

Ciciretti (Giallo): i dubbi sono sempre quelli, ovvero la tenuta fisica e la testa. Se sta bene e vuole giocare può fare la differenza. Da prendere a basso costo e sperare.

Scavone (Rosso): altra riserva con poche presenze.

Munari (Rosso): vedi Scavone

Scozzarella (Giallo): ha un bel piede e batte bene i piazzati. Può guadagnarsi il posto nel caso un big toppasse, ma al momento parte dietro.

Carriero (Rosso): ripassare a gennaio, please.

Calaiò (Rosso): bisognerà attendere la fine della squalifica per prenderlo, ma anche in quel caso, parte come riserva di Inglese.

Ceravolo (Rosso): sembra che il Parma non gli voglia dare fiducia i A.

Inglese (Verde): con il 4-3-3 e una squadra che gioca per lui può anche arrivare a 13-15 reti.

Di Gaudio (Giallo): il suo lo fa sempre, ma la concorrenza è aumentata e lui, per essere quotato attaccante, segna troppo poco.

Siligardi (Rosso): parte dietro nelle gerarchie e ha sempre problemi fisici a tormentarlo.

Galano (Giallo): in bilico perchè ha numeri importanti, ma anche troppe pause. Scommessina.

Biabiany (Rosso): troppi infortuni ce lo fanno sconsigliare.

Da Cruz (Rosso): ha numeri importanti, ma sembra ancora immaturo. Meglio vedere dove sarà a gennaio.