Serie A diciassettesima giornata: Milan-Sassuolo 1-2, Berardi offusca Menez

Domenico Berardi,il migliore di Milan-Sassuolo
Domenico Berardi,il migliore di Milan-Sassuolo

Milan-Sassuolo finisce con i neroverdi in trionfo e i rossoneri a leccarsi le ferite. Per Montolivo e compagni si tratta della seconda sconfitta in tre gare giocate contro gli emiliani.

L’ANALISI
La gara ha detto parecchie cose del Milan di Inzaghi: Montolivo si conferma uno dei peggiori centrocampisti italiani degli ultimi 20 anni. Biondini (cioè, Biondini!!!) non gli fa vedere palla. Il Milan merita un altro capitano. Altro problema: Essien è un ex giocatore. Messo davanti alla difesa ha rivelato limiti atletici impressionanti, arrivando sempre secondo sul pallone. C’è po il dato difensivo: quello di Zaza è l’ennesimo gol incassato dalla difesa su calcio piazzato. La verità è che ad Inzaghi serve ben altro che Cerci (comunque sufficiente la sua prova). Al tecnico mancano difensori e centrocampisti all’altezza. La stessa idea di continuare a schierare Menez centravanti ha delle controindicazioni. Con squadre che pressano e risultano aggressive, il francese è  nullo perchè porta troppo palla e finisce per perderla.

Il Sassuolo ha giocato con una squadra compatta mettendo in evidenza due giocatori di classe superiore: Berardi e Zaza. Il primo ha piazzato due assist, il primo un gol pazzesco. La vittoria sul Milan nasce dai loro spunti. Bene anche Sansone che ha siglato il gol del pari e fatto il bello e il cattivo tempo sulla sinistra. Il resto della squadra si è ben comportata, ma rimangono onesti gregari. Il valore aggiunto del Sassuolo, sono i tre lì davanti.

LE RETI
Al 9′ cross basso dalla destra di Bonaventura, Gazzola nel tentativo di anticipare El Shaarawy serve Poli che controlla e calcia col destro.
Al 28′ Berardi serve con un loeb  Sansone in area, l’ataccante controlla col petto e conclude di prima intenzione con un destro rasoterra.
Al 68′ angolo di Berardi per Zaza che conclude con uno spettacolare piatto sinistro al volo che si insacca all’incrocio dei pali. Assist per fermo per Berardi.

IL TABELLINO
MILAN-SASSUOLO 1-2

MILAN: (4-3-3) – Diego Lopez; Rami (74′ Abate), Zapata, Alex, De Sciglio; Poli, Essien (65′ Cerci), Montolivo; Bonaventura, Menez, El Shaarawy (70′ Pazzini). A disp.: Abbiati, Agazzi, Albertazzi, Zaccardo, De Santis, Muntari, Saponara, Niang, Mastour. All.: Inzaghi
SASSUOLO: (4-3-3) – Consigli; Gazzola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Biondini, Magnanelli, Missiroli; Berardi (77′ Brighi), Zaza (88’Floccari), Sansone (40′ st Floro Flores). A disp.: Polito, Pomini, Longhi, Ariaudo, Antei, Terranova, Bianco, Chibsah, Pavoletti. All.: Di Francesco
Marcatori: 9′ Poli (M), 28′ Sansone (S), 68′ Zaza (S)
Ammoniti: Alex, Menez, Poli (M), Cannavaro, Gazzola, Biondini (S)

TOP
Berardi quando vede il Milan si scatena: questa volta niente poker di reti, ma due assist al bacio ed una prestazione da leader.

FLOP
Essien non è più lui: lento, statico, si fa sovrastare da chiunque. C’era una volta…